Che fine hanno fatto?Notizie flashPanoramasocietà

La Famiglia Addams, morta Lisa Loring, alias Mercoledì. Ecco che fine ha fatto il cast

La Famiglia Addams originale perde un altro pezzo: è morta Lisa Loring, che a soli sei anni, per due stagioni e 64 episodi, interpretò Mercoledì.

Ecco che fine ha fatto l’intero cast, i cui protagonisti sembrano essere stati colpiti da una maledizione.

E la vera, incredibile storia dello zio Fester

la famiglia addams lisa loring
Facebook

La Famiglia Addams, quella originale della serie tv che fece storia, perde un altro pezzo: Lisa Loring, che interpretava la piccolo Mercoledì Addams, è morta infatti a 64 anni a causa di un ictus. E tutto proprio mentre è stata rinnovata da Netflix la seconda stagione dedicata al suo personaggio, accolto da un clamoroso successo.

Morto Adam Rich, il Nicholas de La famiglia Bradford: continua la maledizione dei bambini prodigio – GUARDA

la famiglia addams lisa loring
Lisa Loring, la vera Mercoledì Addams, da Facebook

L’annuncio è stato dato dall’amica Laure Jacobson, che ha raccontato come la famiglia abbia infine dato l’assenso per rimuovere il macchinario che la teneva in vita dal 28 gennaio, senza più alcuna speranza che tornasse a riprendersi: «Bella, gentile, una madre amorevole: l’eredità di Lisa nel mondo dello spettacolo è enorme così come l’eredità per la sua famiglia e i suoi amici: una ricchezza di umorismo, di affetto e di amore che invaderà a lungo i nostri ricordi».

Te lo ricordi Hazzard? Ecco la vera storia di Bo, Luke e Daisy Duke (e come sono oggi) – GUARDA

la famiglia addams lisa loring
Da Facebook: a sinistra Felix Silla, ovvero il Cugino Itt

Erano rimasti in due della mitica serie. L’ultimo ad andarsene, nel 2021, era stato Felix Silla, l’ex circense che vestì i panni di Cugino Itt.

Ora c’è sono John Astin, ovvero Gomez Addams, che il 30 marzo compirà 93 anni.

Starsky e Hutch, te lo ricordi il mitico telefilm? Ecco cosa fanno oggi i protagonisti – GUARDA

la famiglia addams lisa loring
Facebook

Ma ecco l’intera storia del cast, tratta da Telefilm Maledetti, un mio piccolo libro uscito in allegato a Il Giornale e oggi disponibile in ebook su tutte le piattaforme:

Lo strano caso de La famiglia Addams

Durò solo due anni, dal 1964 al 1966, appena 64 episodi: ma divenne un vero e proprio cult. Basata sui personaggi delle vignette di Charles Addams, La famiglia Addams, girata rigorosamente in bianco e nero, ci ha tenuto compagnia per decenni, celebrata da cartoni animati, giocattoli, merchandising e soprattutto film che vengono fatti tuttora, come quello d’animazione per Halloween 2019, con l’immortale sigla a schiocco di dita.

Prime Student, gli sconti e i vantaggi di Amazon riservati solo agli Studenti – GUARDA

Ma anche qui, ad un successo clamoroso seguì una nemesi terribile per buona parte dei protagonisti. Il rubicondo Kenneth Patrick Weatherwax, che esordì a nove anni nel telefilm nel ruolo di Pugsley Addams, di famiglia di artisti (i suoi zii erano peraltro i proprietari e ammaestratori del primo cane usato in Lassie), alla chiusura della serie si ritrovò senza proposte di lavoro.

blankblank

 

E a 17 anni decise di arruolarsi. Nello spettacolo sarebbe rientrato solo per fare la voce fuori campo o in ruoli molto piccoli. È morto d’infarto a 59 anni, nel 2014.

Non andò meglio a Mercoledì, al secolo Lisa Loring, che esordì ne La Famiglia Addams quando di anni ne aveva appena 6. Anche con lei il mondo dello spettacolo fu successivamente avaro. A 31 anni sposò il noto attore porno Jerry Butler, conosciuto su un set a luci rosse dove lei faceva ormai la truccatrice.

Breaking Bad Style: oggetti di culto di una delle serie tv più amate – GUARDA

la famiglia addams lisa loring
Facebook

Poi, anno 1991, scivolò nell’eroina. Ebbe altri tre mariti, uscì a lungo dai riflettori, andando ad occuparsi delle pubbliche relazioni di una catena di hotel. E tornò a recitare in piccoli ruoli nel 2011, a 45 anni dalla fine degli Addams.

Love Boat, te la ricordi? Tutte le curiosità su uno dei telefilm più amati di sempre – GUARDA

la famiglia addams lisa loring
Da Facebook: a sinistra Felix Silla, ovvero il Cugino Itt

Carolyn Jones, ovvero Morticia, era già nota quando la serie uscì: la fama le era stata regalata da L’invasione degli ultracorpi, del 1956, cui era seguito un film con Elvis Presley. Ma anche per lei la maledizione del successo degli Addams si fece sentire parecchio e l’assenza di stritture la portò in difficoltà finanziarie.

Te lo ricordi CHiPs? Ecco tutti i segreti della serie sui poliziotti più famosi d’America – GUARDA

Si ritirò a lungo dalle scene, decidendo di dedicarsi alla famiglia e tornò in una serie tv solo dopo il divorzio. Era il 1978. Tre anni più tardi le fu diagnosticato un cancro al colon. Continuò a recitare, sebbene la malattia la costringesse ormai su una sedia a rotelle, nel ruolo di Myrna Clegg in Capitol. E fece in tempo a sposare il suo nuovo compagno prima di morire il 3 agosto 1983. Aveva da poco compiuto 53 anni.

(continua dopo la pubblicità)

Happy Days, quanta nostalgia: tutti i segreti del telefilm – GUARDA

Quanto a Lurch, l’inquietante maggiordomo, ovvero Ted Cassidy, lascia stupiti pensare che avesse iniziato come dj radiofonico e organista in un centro commerciale vicino Dallas.

I suoi 206 centimetri e l’aspetto truce gli tornarono utili per partecipare ad altri show e serie tv, come l’indiano Joe ne Le nuove avventure di Huckleberry Finn o nel ruolo di Bigfoot ne L’uomo da sei milioni di dollari, in cui si alternò nientemeno che alla leggenda del wrestling André the Giant. Ma fu anche il doppiatore dell’Hulk televisivo. Sempre e comunque, anche lontano dalla cinepresa, da energumeno. Pure lui, però, morì giovane: ad appena 46 anni, per le complicazioni dovute ad un intervento al cuore.

Amazon Music, 100 milioni di brani in prova gratuita – GUARDA

blank
Ted Cassidy era Lurch

“Telefilm maledetti”, ecco che fine hanno fatto i protagonisti delle serie tv più amate – GUARDA

L’unico insomma che riuscì a sopravvivere egregiamente alla serie fu John Astin, ossia il pazzoide Gomez Addams, che rimase sempre a galla, ma con molto meno successo, in tv e al cinema, riuscendo un ventennio più tardi a ritagliarsi un angolino ne La signora in giallo.

Ricordi La casa nella prateria? Ecco la vera storia degli Ingalls, tra fiction e realtà – GUARDA

Poi, sì, c’era in effetti un altro protagonista della serie. Forse il più amato, il più espressivo, rimasto nella memoria di tutti: lo zio Fester. Ma la sua, è la storia più incredibile.

(continua dopo la pubblicità)
la famiglia addams lisa loring
Facebook

La vera dello zio Fester

Si chiamava Jackie Coogan e divenne una star mondiale prima ancora che Shirley Temple nascesse. Perché molto prima che la riccioli d’oro prodigio di Hollywood conquistasse il pianeta, Jackie era entrato al cinema dalla porta principale. Il biglietto da visita glielo aveva infatti scritto Charlie Chaplin, il quale lo aveva voluto con lui come coprotagonista de Il Monello. A sette anni era dunque già nella storia del cinema. I produttori lo pretendevano per ogni grande ruolo di un bimbo, nei panni di Oliver Twist come in quello di Tom Sawyer.

blank
Il Monello, con Charlie Chaplin e Jackie Coogan

Testimonial di pubblicità pagato a peso d’oro, nonostante questo Jackie fu piuttosto sfortunato. E la sua vita tempestata da traumi. Il primo lo subì a 19 anni, ovvero nel 1933, quando un suo amico carissimo ed ex compagno di università, Brooke Hart, venne rapito in un supermercato. I due banditi pretendevano un riscato di 40mila dollari.

Tutti i segreti del dottor Sloan e di Detective in corsia – GUARDA

La polizia li arrestò, ma questi confessarono di aver ucciso Brooke la sera stessa del sequestro. Non appena la notizia si diffuse una folla inferocita fece irruzione nella prigione, li trascinò fuori e li impiccò ad un albero del parco. Una leggenda racconta che ci fosse anche Jackie a reggere il cappio, ma cosa accadde quel giorno nessuno lo accertò mai.

La Famiglia Addams, serie originale in 9 dvd – GUARDA

Due anni più tardi, comunque sia, una seconda tragedia lo colpì: in un terribile incidente stradale a San Diego persero la vita il padre, il suo ultimo grande amico, un ex bimbo attore che aveva girato con lui Tom Sayer e Huckleberry Finn e altre due persone in macchina con loro. Jackie fu l’unico a salvarsi, ma non avrebbe mai dimenticato.

La vera storia di Fonzie – GUARDA

blank

Tempo dopo la situazione in famiglia precipitò. Scoprì infatti che la madre e il nuovo compagno, certo Arthur Bernstein, avevano sperperato tutti i suoi guadagni, corrispondenti a circa 70 milioni di dollari attuali. Senza vergognarsi di nulla, la donna rivendicò quanto fatto: «…Non abbiamo mai promesso di dare nulla a Jackie.

La Famiglia Addams (Serie Completa) (Box 9 Dv)

 

Bob Crane, un delitto irrisolto da “Gli eroi di Hogan” – GUARDA

Ogni dollaro guadagnato da un bambino, finché non ha compiuto 21 anni, appartiene ai suoi genitori. Jackie non riceverà nemmeno un centesimo di tutto quello che ha guadagnato». Jackie fu costretto ad intraprendere una dura battaglia davanti alla Corte della California e fece emergere il problema della tutela degli attori bambini. Così sarebbe nata in seguito la legge che porta il suo nome, il Coogan Act, volta a proteggere i guadagni delle star minorenni dall’avidità dei genitori.

Telefim anni Settanta e Ottanta, tutte le curiosità sui più belli – GUARDA

Tuttavia, le avversità che lo perseguitavano, non gli fecero mai perdere la bussola. Si sposò quattro volte e dopo la Seconda Guerra Mondiale, tornò al cinema. Chaplin, che non lo aveva mai abbandonato, talvolta lo aiutava economicamente. E lui riuscì a ritagliarsi nuovi ruoli da caratterista, scoprì la tv.

Stranger Things, la vera storia di Eddie Munson – GUARDA

Finché nel 1964 non imbeccò la seconda grande occasione con La famiglia Addams. Nei panni dello Zio Fester, personaggio diventato immortale quanto il Monello, tornò a conquistare il mondo, mostrando quanto il talento non fosse mai svanito con il tempo. Nel 1984 morì a causa di un infarto. Sulla sua lapide fece incidere una frase tutto sommato anonima: «John Leslie Coogan, attore patriota umanitario». Vantarsi non era mai stata una sua priorità.

Che fine hanno fatto i Jefferson? – GUARDA

Manuel Montero

L’ultimo libro di Manuel Montero è “Wuhan – virus, esperimenti e traffici oscuri nella città dei misteri”, uscito in allegato a Il Giornale e disponibile in ebook per Algama – QUI

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Manuel Montero

Manuel Montero scrive da vent’anni per diversi settimanali nazionali. Ha pubblicato nel 2019, per Algama, Fenomeni Paranormali Italiani, in cui ha raccontato storie di cronaca, fatti ed eventi apparentemente incredibili, raccolti in prima persona negli anni sulla Penisola. In allegato a Il Giornale (e in ebook per Algama) sono invece usciti i volumi Telefilm Maledetti, dove l’autore narra la triste fine di alcuni dei più amati protagonisti di telefilm degli anni Settanta e Ottanta. E Wuhan - Virus, esperimenti e traffici oscuri nella città dei misteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie