DelittiNotizie flashsocietà

David Zandstra, il prete che uccise una bimba e ne celebrò i funerali

Il pastore della chiesa presbiteriana riformata David Zandstra, 83 anni, era un amico del padre della vittima. A 48 anni dal delitto della bimba di 8 anni ha confessato.

E ora è indagato anche per un altro omicidio

David Zandstra

Philadelphia (Stati Uniti) – Quarantotto anni fa, davanti alla bara della piccola Gretchen Harrington, uccisa e abbandonata in un bosco ad appena 8 anni, c’era un giovane pastore della chiesa presbiteriana riformata: David Zandstra, amico del padre della vittima, ne celebrava i funerali. Ammonendo il male che si annida nell’uomo e invitando tutti a cercare l’assassino della bimba. Ma il colpevole era lui. A 83 anni, quasi mezzo secolo dopo quel tragico 1975, ha confessato: «L’ho portata in un bosco e quando si è rifiutata di spogliarsi l’ho colpita con un pugno in testa».

David Fuller, il mostro degli obitori: “Non so perché lo facevo” – GUARDA

DAVID ZANDSTRA E LA PICCOLA GRETCHEN

L’epilogo incredibile del coldcase è avvenuto pochi giorni fa. David era all’epoca a capo del gruppo di studio sulla Bibbia che Gretchen, anch’ella figlia di un pastore presbiteriano, frequentava quando sparì nel nulla. Fu lui a denunciarne la scomparsa. Ma quando un testimone disse agli investigatori di aver visto la bimba parlare con un uomo alla guida di una Rambler station wagon come quella del parroco, nessuno mise in collegamento i due fatti. Anche perchè il parroco sostenne di non averla vista.

La vera storia del serial killer Harold Shipman, il Dottor Morte che uccideva per piacere – GUARDA

Era il 15 agosto 1975 e cominciava un mistero destinato a durare davvero a lungo. Il cadavere fu rinvenuto due mesi più tardi nel Ridley Creek State Park. Stando al medico legale, Gretchen era stata colpita più volte alla testa. Da chi, nessuno seppe dirlo. Qualche anno fa, a decenni di distanza, una donna, che volle mantenere l’anonimato, disse agli inquirenti di ritenere che l’assassino fosse il miglior amico del padre della vittima.

Mostro di Firenze, l’avvocato Fioravanti: “Riaprire il caso dell’omicidio Malatesta” – VIDEO

Anche un’amica della figlia del pastore scrisse sul suo diario: «Penso che sia stato Mr. Z». Rivelò infatti con fatica, a tanti anni dai fatti, che una notte, quando dormiva dall’amica, all’età di 10 anni, si svegliò perché l’uomo era entrato nella stanza con l’intenzione di toccarla. Da qui i suoi dubbi.

IL LIBRO

Ma non successe nulla fino a quando, qualche mese fa, non fu pubblicato il libro “La tragedia di Gretchen Harrington: rapimento, omicidio e innocenza persi nei sobborghi di Philadelphia” di Joanna Falcone Sullivan e Mike Mathis, una ricostruzione densa di dettagli sul caso irrisolto. I due autori avevano intervistato anche il prelato, che tuttavia sembrava non rammentare al meglio i particolari dell’accaduto. Pensavano fosse dovuto all’età. Invece no.

blankblank

 

John Wayne Gacy, la vera storia del serial killer che si vestiva da pagliaccio – GUARDA

David aveva nel frattempo cambiato più volte casa, trasferendosi in California e Texas per poi giungere nella contea di Cobb, in Georgia. Un vecchio amico dell’uomo avrebbe indirizzato anonimamente a nuove indagini. E lo hanno arrestato qui, quando l’anziano pastore ha infine ammesso che quel giorno diede un passaggio a Gretchen, portandola poi in un bosco e intimandole di togliersi i vestiti. Al suo rifiuto la colpì con un pugno in testa. Dopo mezzo secolo, forse, il rimorso lo aveva divorato.

Breaking Bad Style: oggetti di culto di una delle serie tv più amate – GUARDA

Il poliziotto Eugene Tray che lo ha interrogato ha infatti detto che David è parso «sollevato» dopo la confessione, come se si fosse tolto «un peso dalle spalle». Il procuratore distrettuale della contea di Delaware, Jack Stollsteimer, è indignato: «È l’incubo peggiore di ogni genitore. Ha ucciso quella bambina che si fidava di lui, e poi si è comportato da amico della famiglia, non solo durante la sepoltura ma per anni. Ci è voluto molto tempo per ottenere giustizia, ma siamo orgogliosi e grati di poter finalmente dare una risposta alla comunità».

Le giacche più pazze del mondo! – GUARDA

Il prete, ormai in pensione dal 2005, deve rispondere di omicidio e rapimento. I genitori della sfortunata bambina hanno rilasciato un comunicato in cui spiegano che l’arresto li ha fatti sentire «un passo più vicini alla giustizia. Chiunque incontrava Gretchen diventava subito suo amico. Emanava gentilezza, era una bambina dolce».

blankblank

 

Jeffrey Dahmer, la vera storia del cannibale che terrorizzò la città di Happy Days – GUARDA

Ma l’incubo potrebbe non essere finito qui. Le autorità stanno esaminando la posizione del prelato anche in merito al caso di una bimba di 4 anni, Amanda “Nikki” Campbell, svanita nel nulla e mai ritrovata dalla California il 27 dicembre 1991. Abitava nei pressi di David e la vicenda ai poliziotti di Fairfield sembra molto simile. Di certo è stato prelevato il suo dna per un raffonto con quello rinvenuto su diverse altre scene del crimine.

Storie incredibili di serial killer – SPECIALE

blankblank

 

L’incredibile storia di Aleksandr Picuskin, il serial killer della scacchiera che non finì mai il suo “gioco” – GUARDA

(continua dopo la pubblicità)
Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Cronaca Vera

Dal 1969 in edicola. Costa poco e dice tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie