Notizie flashPanoramasocietàX files

Gli ufo americani e le rivelazioni choc dell’ex pilota alla Cnn: “Ecco cos’ho visto”

Non si sgonfia il caso degli ufo abbattuti sui cieli americani. La Cnn intervista l’ex pilota e ingegnere dell’esercito Ryan Graves, che ha scritto un lungo articolo per Politico.com

E il racconto sull’esperienza della sua unità lascia davvero senza parole: “Velivoli che si muovevano alla velocità del suono senza apparenti mezzi di propulsione”

ufo ryan graves
Ryan Graves, da Twitter

Gli ufo abbattuti sui cieli americani continuano a far discutere dopo l’imbarazzante spiegazione ufficiale secondo la quale i piloti avrebbero abbattuto dei palloncini da 12 dollari, che non erano nemmeno in grado di riconoscere, con missili da 400 mila dollari.

Il giallo degli ufo non è chiuso: cosa c’era davvero sui cieli americani? – GUARDA

ufo
Da Cronaca Vera

Il pilota e la Cnn

Ryan Graves, ex pilota di caccia e ingegnere dell’esercito, presiede il comitato UAP Integration & Outreach dell’American Institute of Aeronautics and Astronautics. È il fondatore della nuova organizzazione no-profit Americans for Safe Aerospace.

Ufo, misteriosa sfera metallica arenata su una spiaggia giapponese – VIDEO

Gli Uap sono tutti i fenomeni aerei non identificati e il termine equivale a Ufo, il quale però, troppo spesso, viene associato nell’immaginario collettivo alle astronavi aliene. Graves racconta ad Alisyn Camerota della CNN le esperienze della sua unità con gli UFO e spiega i problemi che possono porre all’aviazione militare e commerciale.

Ufo abbattuto sul lago Huron, in America è il panico: “Aprite un’inchiesta bipartisan” – GUARDA

Il video:

L’articolo sugli ufo di Graves

Graves ha prestato servizio nell’esercito dal 2009 al 2019. Gode di grande credibilità sui media statutintensi. E c’è in particolare un episodio in cui l’ex pilota si sofferma. Lo spiega bene in un articolo che verga direttamente per Politico.com.

Ufo abbattuto dagli Usa, l’audio choc dei piloti: “Non sappiamo cosa sia” – ASCOLTA

Riguarda quanto capitato a due F/A-18 decollati per una missione di addestramento al combattimento aereo al largo della costa della Virginia nell’aprile 2014. Giunti ad un’altitudine di 12 mila piedi, si sono spostati in un’area dove i jet militari possono operare senza imbattersi in altri velivoli. Tuttavia, appena entrati nella zona:

uno dei piloti ha visto un cubo grigio scuro all’interno di una sfera trasparente, immobile contro il vento, fissato direttamente nel punto di ingresso. I jet, a soli 100 piedi di distanza, sfrecciarono oltre l’oggetto su entrambi i lati.

“Ho quasi colpito una di quelle dannate cose!” ci ha detto poco dopo il capogruppo, ancora scosso dall’incidente, nella sala tattica dei piloti. Sapevamo tutti esattamente cosa intendeva. “Quelle dannate cose” ci avevano tormentato negli otto mesi precedenti.

ufo
Da Cronaca Vera

Graves ricorda che tutti i piloti sono addestrati per essere osservatori esperti (e questo dà molto da pensare sui piloti che per 34 minuti, come da spiegazioni ufficiali, non sarebbero riusciti a riconoscere dei palloncini da 12 dollari sul lago Huron).

Dice ancora Graves che i radar da allora sono stati aggiornati, ma si sono rischiati ancora incidenti. E ciò che segue lascia senza parole:

I fenomeni aerei non identificati (UAP) hanno accelerato a velocità fino a Mach 1, la velocità del suono. Potevano mantenere la loro posizione, apparendo immobili, nonostante i venti di uragano di categoria 4 di 120 nodi. Non avevano mezzi visibili di portanza, superfici di controllo o propulsione, in altre parole niente che assomigliasse a normali aerei con ali, flap o motori. 

E sono sopravvissuti ai nostri aerei da combattimento, operando ininterrottamente per tutto il giorno. Sono un ingegnere formalmente addestrato, ma la tecnologia che hanno dimostrato ha sfidato la mia comprensione.

Quasi un decennio dopo non sappiamo ancora cosa fossero.

Quando mi sono ritirato dalla Marina nel 2019, sono stato il primo pilota in servizio attivo a farsi avanti pubblicamente e testimoniare al Congresso. 

Oggetti avanzati che dimostrano una tecnologia all’avanguardia che non possiamo spiegare sorvolano regolarmente le nostre basi militari o entrano in spazi aerei ristretti.

ufo
Da Cronaca Vera

Questo è il vero problema: tecnologie sconosciute sulle teste degli americani. Qualsiasi cosa siano e a chiunque appartengano, costituiscono mai come ora un pericolo. La Marina ha riconosciuto ufficialmente 11 episodi di sfiorata collisione con gli Uap, o gli ufo se volete.

Sono arrivati gli alieni? Il generale americano sugli ufo abbattuti: “Non è da escludere” – GUARDA

Fenomeni Paranormali Italiani

 

(continua dopo la pubblicità)

Breaking Bad Style: oggetti di culto di una delle serie tv più amate – GUARDA

Prosegue l’ex pilota:

Lo scorso maggio, la Federal Aviation Administration ha emesso un avviso dopo che un aereo passeggeri che sorvolava il West Virginia ha subito un raro guasto di due sistemi principali mentre passava sotto quello che sembrava essere uno UAP.

Ed ecco la conclusione di Graves sulla conferenza stampa di Joe Biden sugli ufo abbattuti a febbraio 2023:

Ciò che il presidente non ha affrontato durante la sua conferenza stampa del 16 febbraio sono stati gli UAP che mostrano capacità prestazionali avanzate. Dov’è la trasparenza e l’urgenza da parte dell’amministrazione e del Congresso di indagare su oggetti altamente avanzati in uno spazio aereo ristretto che i nostri militari non possono spiegare?

Manuel Montero

L’ultimo libro di Manuel Montero è “Wuhan – virus, esperimenti e traffici oscuri nella città dei misteri”, uscito in allegato a Il Giornale e disponibile in ebook per Algama – QUI

TELEFILM MALEDETTI: Dagli allori al dimenticatoio: le star della vecchia tv finite malissimo

 

 

(continua dopo la pubblicità)
Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Manuel Montero

Manuel Montero scrive da vent’anni per diversi settimanali nazionali. Ha pubblicato nel 2019, per Algama, Fenomeni Paranormali Italiani, in cui ha raccontato storie di cronaca, fatti ed eventi apparentemente incredibili, raccolti in prima persona negli anni sulla Penisola. In allegato a Il Giornale (e in ebook per Algama) sono invece usciti i volumi Telefilm Maledetti, dove l’autore narra la triste fine di alcuni dei più amati protagonisti di telefilm degli anni Settanta e Ottanta. E Wuhan - Virus, esperimenti e traffici oscuri nella città dei misteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie