Bar SportNotizie flashsocietà

Scacchi, al via gli europei femminili

Quattro le italiane a caccia di un risultato di prestigio, tra loro Marina Brunello

(continua dopo la pubblicità)

Conclusi da pochissimo gli Europei Open di scacchi, con risultati discreti per gli italiani (Daniele Vocaturo, il migliore, è arrivato 25mo), è già l’ora di ripartire con gli Europei Femminili.

Andrea Delogu: sono entrata nel tunnel… degli scacchi – GUARDA

scacchi

La città che li ospita è Petrovac, in Montenegro, e l’inizio del primo turno è previsto per il 18 marzo alle 15. Il torneo si chiuderà dopo undici turni il 29 marzo, ed è previsto un unico giorno di riposo, il 24 marzo, dopo il sesto turno.

blank Aquamarine Games – Scacchi, Dama Backgammon, con confezione portatile in legno blank

 

Gli scacchi in carcere: così viene insegnato il gioco dietro le sbarre – GUARDA

Rispetto agli Europei Open ci sono molte analogie e qualche differenza. L’analogia più importante è la presenza, per l’ultima volta, delle giocatrici di nazionalità russa, la cui portacolori più prestigiosa è la numero 2, Valentina Gunina, tra l’altro già tre volte vincitrice degli Europei. Dal 1° maggio, infatti, la Russia aderirà alle federazioni asiatiche, e quindi i suoi atleti non potranno più partecipare agli Europei.

La scacchiera dei famosi blank

 

Conosci gli scacchipugilato o vuoi scoprirli? A Riccione si giocano i Mondiali 2023 – GUARDA

Anche questi Europei inoltre daranno posti per la Coppa del Mondo 2023, il torneo a eliminazione diretta che selezionerà tre partecipanti al Torneo delle Candidate da cui emergerà la sfidante alla campionessa del Mondo. I posti in palio saranno nove, e spetteranno alle prime nove classificate (escluse le atlete che già hanno ottenuto questo risultato). Rispetto all’Open è però un torneo più “piccolo”, 139 partecipanti (contro oltre 480) e quindi anche più equilibrato e insidioso per le migliori.

Gli scacchi verso le Olimpiadi? Via al primo torneo online organizzato dal Cio – GUARDA

L’Italia schiera quattro tra le sue migliori scacchiste. Marina Brunello, (tornata a marzo tra le prime cento giocatrici al mondo), che è reduce dal bellissimo nono posto dell’anno scorso a Praga, e si è già assicurata quindi la qualificazione in Coppa del mondo, ma si batterà certamente per dimostrare di essere all’altezza delle migliori.

Poi Olga Zimina e Tea Gueci, con il difficile obiettivo di ottenere un posto tra le prime nove e, esordiente assoluta, Melissa Maione (foto), con lo scopo di fare esperienza e magari cercare qualche risultato di prestigio.

Bobby Fischer insegna gli scacchi blank

 

La prima nel ranking teorico è la georgiana Bella Khotenashvili, seconda la Gunina, terza l’azera Gunay Mammadzada. La vincitrice dello scorso anno, la polacca Monika Socko, è decima, undicesima l’armena Elina Danielian, vincitrice del 2021.

Per capire quanto sia competitivo il torneo, basta sapere che la nostra Marina Brunello è 34ma (teorica), Olga Zimina 45ma, Tea Gueci 59ma, e Melissa Maione 109ma. Sarà molto difficile per le Azzurre quindi emergere, ma quello che è certo è che ci proveranno.

Il serbo, lo svizzero e lo spagnolo: i Big Three della storia del tennis – GUARDA

(continua dopo la pubblicità)

Federazione Scacchistica Italiana

La Federazione Scacchistica Italiana (FSI) è nata il 20 settembre 1920, e organizza tutte le attività scacchistiche italiane tra cui i Campionati italiani e l'attività delle Nazionali. Conta oltre 16 mila tesserati, a cui vanno aggiunti circa mille istruttori e 300 arbitri. L'attuale Presidente è Luigi Maggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie