EconomyNotizie flashsocietà

Bollette, 41 giorni all’alba: poi vi staccheranno il contatore

(continua dopo la pubblicità)

Sono 4,7 milioni gli italiani che negli ultimi 9 mesi non sono riusciti a pagare le bollette: oltre il 10% della popolazione. Per quasi due persone su tre era la prima volta. Lo ha rivelato un’indagine commissionata da Facile.it agli istituti mUp Research e Norstat.

Le aree più in crisi sono quelle del Centro, dove la percentuale sale all’11,5% e del Sud, all’11,2%. Tutto purtroppo va come vi avevamo anticipato nei mesi scorsi: la coperta diventa sempre più corta e così 2,6 milioni di italiani hanno saltato pure una o più rate del condominio, in particolare nelle grandi città, dove sono più salate e la percentuale dei nuovi morosi sale dal 6 ad oltre il 10%. Stando a Confartigianato, in Sicilia 63 mila micro e piccole imprese potrebbero chiudere, lasciando senza occupazione 165 mila addetti. Ma la stessa toccherà a decine di migliaia di altre piccole aziende nel Paese.

Cartelle esattoriali e bollette: guida pratica per difendersi da soli – GUARDA

E non è difficile capire perché: Giacomo Degli Innocenti, proprietario della lavanderia industriale Lavachiara di Albinatico, Pistoia, ha raccontato ai media della sua bolletta, passata nel solo mese di agosto da 19mila a 190mila euro. Siamo oltre la follia. Il prezzo del gas è frattanto crollato dai 310 euro a megawatt ora di agosto ai 117 della scorsa settimana, equiparando i minimi di giugno. Le bollette no.

A Perugia è stata chiamata la polizia per sedare la lite tra un 79enne, ossessionato dal consumo di energia, e la moglie. Sull’A28 una bulgara 26enne ha bloccato il traffico viaggiando a 30 km l’ora per venti chilometri prima di speronare due auto della polizia e tagliarsi le vene.

Sul lunotto dell’auto aveva apposto un cartello di protesta: «Ogni sera mi chiedo dove dormirò e io sono tra quelli più fortunati. Se non è in quest’auto devo pagare almeno 50 euro a notte, tutto ciò pure col ciclo e non avevo dove lavarmi. Mi sento umiliata dal mio governo. Chiedete contratti a tempo indeterminato, affitti e consumi in aumento continuo. Ci state uccidendo! Basta!» È solo l’inizio.

La vergogna di Bergamo, cuore della pandemia di Covid, dove non ci sono più medici di famiglia – GUARDA

Per “venire incontro” alle esigenze degli italiani le aziende fornitrici di gas ed elettricità hanno deciso che non invieranno più solleciti in caso di ritardo nei pagamenti, ma staccheranno direttamente i contatori dopo 41 giorni dalla scadenza, come denunciano le associazioni di consumatori. Si stima che il picco dei distacchi ci sarà in pieno inverno, tra dicembre e gennaio. Il livello di povertà è tale che nel 2021 le richieste di aiuto alla Caritas sono aumentate del 7,7%, e il 23% di loro aveva un lavoro.

E se ci rifiutassimo di pagare le bollette? Gli inglesi hanno già cominciato – GUARDA

Ma prima di andarsene, il Governo dei Migliori, capace pure di sbagliare nello scrivere la norma sulla tassa degli extraprofitti trovandosi miriadi di ricorsi in tribunale, ha partorito l’ultimo, geniale bonus scacciacrisi: uno sconto del 40% per chi compra moto e bici elettriche. E certo: quale modo migliore di spendere i soldi in questo momento?

L’applauditissimo Mario Draghi se n’è andato con questo bilancio: il Fondo Monetario Internazionale ci ha spedito in recessione, la cassa integrazione straordinaria tra gennaio e luglio è cresciuta del 46,5% rispetto allo stesso periodo 2021 e del 49,8% nel solo mese di giugno, dati Inps alla mano.

La barzelletta dei 19 milioni di evasori e l’evasione fiscale creata dallo Stato – GUARDA

Stando al report dell’Istituto Nazionale di Statistica, ad agosto c’è stato un boom di inattivi, quasi 100mila in più, un crollo dei dipendenti a tempo indeterminato e un aumento di quelli a termine: il che significa nessun progetto per il futuro. A settembre l’inflazione ha sfiorato il 9%, più del devastante anno della grande nevicata del 1985, quando si assestò all’8,4%. Poteva fare di peggio l’esecutivo più apprezzato (chissà perchè) all’estero?

Certo. Ricordate l’appello di Mario Draghi per arrivare a imporre l’obbligo vaccinale come in quella culla del diritto che è il Turkmenistan? Diceva: «Non ti vaccini: contagi e fai morire». Bene: l’Italia, oltre ad aver saldamente mantenuto il secondo posto per mortalità per Covid tra i Paesi occidentali (2959 morti per milione di abitanti) dietro gli Stati Uniti grazie alle sue brillanti politiche sanitarie, oggi sappiamo pure che il vaccino, come abbiamo sempre scritto, non serviva ad evitare i contagi.

E stavolta a dirlo è Janine Small, responsabile per i mercati internazionali di Pfizer. Non avevano fatto “alcun test”. Sicchè le mascherine, il green pass, l’obbligo vaccinale, le multe e l’immane serie di fesserie fatte passare dai Migliori come scelte garantite dalla “scienza” e dallo stuolo di virologi che si alternavano in tv, si basavano sul nulla. Quei dati a giusitificazione delle decisioni prese non li hanno mai avuti semplicemente perché non esistevano.

La farsa delle promesse elettorali è finita. E ora arriva l’inverno delle cartelle esattoriali e delle bollette – GUARDA

Avremmo potuto saperne di più dal presidente della commissione europea Ursula von der Leyen, che trattò a colpi di sms con Pfizer l’acquisto del vaccino. Ma quegli sms sono scomparsi. Ursula è la stessa donna che dopo decenni si è accorta solo ora che in Iran si violano i diritti umani. E che forse (Teheran nega fermamente) ha fornito droni kamikaze alla Russia: «L’Ue ha deciso di sanzionare persone ed enti per il loro ruolo nella morte di Mahsa Amini e nella violenza inflitta al popolo iraniano. Inoltre, il sostegno dell’Iran alla guerra della Russia contro l’Ucraina riceverà una risposta chiara da parte dell’Ue». Incidentalmente, l’Iran ha il più grande giacimento del mondo di gas naturale, quello che potrebbe salvare l’Europa. Ma, per pura coincidenza, è inviso a Joe Biden e agli Stati Uniti, che ci vendono il loro.

(continua dopo la pubblicità)

Cronaca Vera

Dal 1969 in edicola. Costa poco e dice tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie