DelittiNotizie flashsocietà

Il giallo di Lucia Raso non è chiuso. La famiglia è certa: “È stata uccisa”

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

Lucia Raso precipitò il 23 novembre 2020 dalla finestra della camera del fidanzato in Baviera. Dopo tanti dubbi emersi sulla sua fine, la Procura chiede l’archivazione del caso, ma la famiglia non ci sta

I legali dei genitori presentano un’articolata indagine per sostenere che la donna non precipitò per un incidente nè per suicidarsi

lucia raso

Com’è morta davvero Lucia Raso? La commessa veronese precipitò dalla finestra di un appartamento a Landshut, una palazzina di Seligenthaler Strasse, quartiere nel cuore della cittadina tedesca vicino a Monaco di Baviera, in Germania, la notte tra il 23 e il 24 novembre 2020.

Lucia Raso, il giallo dell’italiana morta a Monaco di Baviera è davvero ad una svolta? – GUARDA

Quella era la casa del fidanzato Christian Treo, concittadino trasferitosi lì per fare il pizzaiolo. E quella sera erano presenti anche due camerieri siciliani, Francesco Affronti e Alessandro Curia. Fin dall’inizio emersero diversi dubbi sull’accaduto. Ma prima la magistratura tedesca e ora la Procura di Verona hanno chiesto l’archiviazione del caso, cui la famiglia chiede invece ulteriori approfondimenti.

Alessandro Maja a processo per la strage, il figlio: “Papà, perché hai distrutto la nostra famiglia?” – GUARDA

lucia raso

LUCIA RASO, UNA MORTE AVVOLTA NEL MISTERO

Da settembre 2020 Chrstian era emigrato per fare il pizzaiolo in un locale gestito da italiani, La Osteria. E Lucia era andata in vacanza a trovarlo da tre giorni. Una cena, in apparenza come tante, conclusa con una tragedia. Perché Lucia cadde nel vuoto? Cosa le successe di preciso? Dopo cento giorni, i presenti iniziarono a parlare, a Chi l’ha visto? E piovvero accuse reciproche.

Roberta Petrelluzzi: “Sabrina Misseri e Cosima Serrano sono innocenti. La verità verrà a galla” – GUARDA

Christian inizialmente parlò di un «tragico incidente, lei è scivolata». Mentre i due camerieri, dagli schermi televisivi, allungarono ombre su di lui: «Se sei uomo devi dire la verità, Christian, racconta cos’è realmente accaduto quella sera». Francesco aggiunse: «Christian e Lucia avevano litigato, lui l’ha presa per un braccio e l’ha trascinata per portarsela in camera».

lucia raso

Serial killer in mostra a Milano: cimeli, opere, ricostruzioni delle scene del crimine – GUARDA

Per gli inquirenti teutonici si trattò comunque di una fatalità, ma in Italia iniziò ad occuparsi della vicenda la Procura di Roma, poi di Verona, con un fascicolo aperto per omicidio. A Chi l’ha visto? Christian svelò un nuovo dettaglio che aveva «deciso di tacere per rispetto dei genitori di Lucia». Ovvero, poco prima di precipitare nel vuoto, Lucia gli avrebbe detto «che stava male, era convinta che le avessero messo qualcosa nel bicchiere e indicò i miei due coinquilini».

Com’è morto davvero Danilo Molducci? L’intricato giallo di Ravenna – GUARDA

blankIL DELITTO DI AVETRANA: Perchè Sabrina Misseri e Cosima Serrano sono innocentiblank

 

Il grande abbaglio, controinchiesta sulla strage di Erba (versione aggiornata) – GUARDA

E si difese così dalle loro accuse: «Eravamo felici, stavamo vivendo un sogno, non le avrei mai fatto del male. Io, più di raccontare cosa è successo, non saprei cosa fare. Non ho paura di niente, perché io c’ero e l’ho vissuto. Non avrei mai fatto del male a Lucia e mi dispiace di non aver potuto avvisare subito i suoi genitori» allerati solo a 20 ore dalla tragedia.

lucia raso

NO ALL’ARCHIVIAZIONE

L’avvocato Enrico Bastianello, che tutela gli interessi dei famigliari di Lucia, ha depositato – come scrive L’Arena di Verona- una corposa consulenza per l’opposizione all’archiviazione: la criminologa Roberta Bruzzone ha analizzato le versioni discordanti dei tre uomini presenti la notte in cui Lucia morì. E l’ingegner Giuseppe Monfreda si è occupato della dinamica della caduta dalla finestra e delle conseguenze sul corpo della donna.

IL DELITTO DI AVETRANA – Perché Sabrina Misseri e Cosima Serrano sono innocenti” – GUARDA

blankIl grande abbaglio. Controinchiesta sulla strage di Erbablank

 

Mostro di Firenze, parla il testimone oculare: “Mi ritengo un sopravvissuto. Avrebbero potuto prenderlo” – GUARDA

Per il pm Aresu, che iscrisse sul registro degli indagati Christian «gli elementi a suo carico si fondano essenzialmente sulla scarsa coerenza e sulle contraddizioni in cui è incorso prima di dare la versione definitiva». Ma si tratta di un indizio, nulla di più. Così come sono indizi, e non prove, la sua gelosia e il litigio avvenuto con Lucia quella sera.  Per tale ragione ha chiesto di archivare il caso.

Breaking Bad Style: oggetti di culto di una delle serie tv più amate – GUARDA

(continua dopo la pubblicità)

lucia raso

Ma nel ricorso il legale di indizi ne elenca 19, tra cui quattro lesioni sul corpo della donna e un buco sulla scapola che non sarebbero compatibili con la caduta, così come non lo sarebbero a suo avviso la frattura di un incisivo, un’ecchimosi allo zigomo sinistro e uno all’avambraccio sinistro. Il legale ritiene che Lucia fu picchiata e spinta di sotto. E chiede quantomeno che Christian sia interrogato e messo a confronti con i due amici, che siano recuperati i messaggi cancellati dal suo telefono il 23 e 24 novembre 2020 e che siano acquisite tracce biologiche e dattiloscopiche.

Sono arrivati gli alieni? Il generale americano sugli ufo abbattuti: “Non è da escludere” – GUARDA

lucia raso

La palazzina della tragedia non esiste più: è stata abbattuta. Ma Monfreda, prima che accadesse, ha ripreso tutto con drone, scanner, distanziometro e un software per calcolare l’impatto. Nella consulenza ci sono due foto e una ricostruzione in 3D che ha simulato la caduta messa a confronto con la versione di Christian. L’ingegnere ne conclude sostenendo che solo con una spinta Lucia sarebbe potuta precipitare di sotto. Ora la parola passa al gip.

Overtoun Bridge, l’incredibile storia del ponte dove i cani si suicidano – GUARDA

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Cronaca Vera

Dal 1969 in edicola. Costa poco e dice tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie