ItaliaNotizie flashSocial Starsocietà

Anna Martini e Claudio Tappino, la famiglia influencer con sei figli e un esercito di follower

(continua dopo la pubblicità)

I Tappino vivono in 120 metri quadrati: sono in otto. Più un cane. Ma riescono sempre a far quadrare i conti grazie ad una perfetta organizzazione in famiglia

 


Anna Martini e Claudio Tappino hanno sei figli, tutti maschi. Vivono a Genova in un appartamento di 120 metri quadrati. E, già che c’erano, hanno preso un cane, che adorano. Mostrano la loro vita su Instagram, con video e foto, e tutti insieme sono diventati influencer, con tantissimi follower divisi tra lei e lui: “Per mangiare? Spendiamo meno di 20 euro al giorno”.

Catalin Onc fa l’influencer: ma i suoi viaggi li paga mamma facendo due lavori. E il web si rivolta – GUARDA

 


LA STORIA DEI TAPPINO

Un mese fa è nato l’ultimo membro della prole, Amedeo, che oltre a dare una gioia immensa ai suoi, ha gettato scompiglio sui social: papà e mamma hanno infatti cambiato forzatamente il nome utente su Instagram: da mammadi5maschi, e da papadi5maschi, a mammadi6maschi e papadi6maschi. Quasi 120 mila follower lei (che ha anche scritto tre libri) quasi 30 mila lui, la loro è davvero una storia originale in rete. E la racconta il Corriere della Sera.

Chiara Ferragni, tutto sulla regina delle influencer – GUARDA

 


OGNI FIGLIO, UNA PASSIONE

Ognuno, anzitutto, ha i suoi impegni, nonostante la scuola. E Anna se li ricorda tutti a memoria: Giancarlo, 15 anni, palestra; Tiziano, 12, hockey su prato, pallavolo, palestra; Teodoro, 8, nuoto e atletica; Ascanio, 6, palestra, nuoto e teatro; Rubio, 4, nuoto; Amedeo nulla (ha un mese, come potrebbe essere altrimenti?). Ma come si riesce a gestire una famiglia tanto numerosa? “Serve tanta pazienza e una buona organizzazione familiare. Tutto il resto è divertente” racconta la supermamma, che addirittura dice che, spesso, in casa, sono molti di più: “Del resto, è molto meno imbarazzante che i nostri amici o i compagni di classe dei ragazzi vengano qui piuttosto che doverci presentare noi a casa loro in otto!”

Sonia Grey, te la ricordi la giunonica star della tv? Ecco cosa fa oggi – SUPERGALLERY

REGOLE DA SEGUIRE

Certo, ci sono delle regole: “Si cena insieme, intanto. Sempre. Tutti a tavola. E subito c’è la filastrocca del buon appetito, una tradizione per far capire ai figli più piccoli l’importanza di riunirsi almeno una volta al giorno”. Per la spesa si valutano i prodotti in offerta, i vestiti si tramandano da fratello a fratello, si punta ovviamente al risparmio e a non sprecare cibo e denaro: “Spendiamo meno di 20 euro al giorno, salvo per carne o menu particolari. Come facciamo? Una sola portata a pasto e che sia uguale per tutti. I figli non possono dire: ‘Questo non mi piace’, non chiedono che cosa vorrebbero per cena, altrimenti sarebbe il caos”.

Rawvana, la star vegana di Instagram… mangiava pesce di nascosto – GUARDA

Anna lavora come social media manager in un’agenzia del lavoro, lui in una concessionaria a Lavagna. Poi c’è il nuovo impegno da influencer, che certo aiuta: “Siamo degli influencer positivi, cerchiamo di raccontare su Instagram la nostra quotidianità e la gestione familiare. Mostriamo che tutto è possibile: ad esempio fotografando la nostra cena e, in parallelo, gli scontrini della spesa. Nel tempo sono nate delle collaborazioni e molto spesso alcune aziende ci mandano prodotti (non solo alimentari) da provare e promuovere”.

Dakota Cooke, la ragazza con la barba, dalla depressione a star dei social: “Mi sento più sexy che mai” – GUARDA

I PREMI A STELLINE

Ogni giorno, alle 7 la mamma sveglia tutti. I grandi vanno a scuola da soli, i tre piccoli a piedi con lei. Al pomeriggio il papà va a recuperarli alle diverse attività. In casa vige il sistema a premio con le stelline: “Si chiama token economy. Quando i ragazzi prendono note di merito a scuola o fanno qualcosa di buono, arriva una stellina, in caso di demerito le perdono. Se raggiungono cinque stelle, troviamo un modo per premiarli”.

Negin Ahm, la modella iraniana diventata clochard a Parigi per sfuggire alla censura islamica – GUARDA

Per ognuno la festa di compleanno con gli amici. Sembra stancante, ma Anna la vede diversamente: “Siamo una famiglia particolare, è vero, ma è più facile di quanto sembri. Le questioni economiche contano poco, vale il detto: ‘Dove si mangia in due si mangia anche in tre’, nel nostro caso in otto. Abbiamo un mutuo da pagare, fino a qualche mese fa ne avevamo due, con stipendi non certo alti. C’è sempre un modo per fare le cose, a meno che si abbia l’ambizione di portarli nei resort a cinque stelle. I figli puoi crescerli a pasta al sugo o a filetto e sushi. È una scelta, ma ne vale la pena”.

 da Oggi.it

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie