LifestylePanoramaSocial Star

Rawvana, la star vegana di Instagram… mangiava pesce di nascosto

Diventata celebre come icona del veganesimo crudista, è stata pizzicata a Bali mentre degustava un grosso piatto di pesce. E ora in fan sono in rivolta…

 

blank

 

 

 

È diventata ricca e famosa promulgando diete e ricette vegane e crudiste. Solo che, di nascosto dai suoi fan, mangiava pesce. E ora i follower di Yovana Mendoza, meglio nota come Rawvana, sono davvero infuriati.

IL CASO- Ha 29 anni, bella, sempre in forma. Yovana, di Newport Beach, California, conta su Instagram su 1,3 milioni di follower e su Facebook su oltre mezzo milione. Lì è nota come Rawvana, che unisce le parole vegana e crudista: consiglia di mangiare solo frutta e verdura rigorosamente crude. Sorride sempre di fronte ad un frullato o ad un piatto vegetale.

(Foto da Facebook)

IL SUCCESSO- Sposata con Dorian Ayres, artefice di varie start up salutiste, l’influencer si è fatta un nome anche su Youtube, dove gli iscritti sono quasi un milione, e con il sito rawvana.com. I temi sono la pace, l’amore per tutti gli esseri senzienti e naturalmente il veganesimo crudista: con 99 dollari hai un kit per perdere peso con la sua particolare dieta.

L’ERRORE- Peccato che, in vacanza a Bali, un’amica decida di riprendere ciò che mangiava lei al ristorante: un bel piatto di pesce. Lei prova a nascondere il piatto, ma la frittata ormai è fatta. Le tocca postare un video di 33 minuti in cui fa presente tutti i suoi problemi di salute, dalle infezioni alla perdita del ciclo mestruale, per poi dire a tutti: “So che vi sentite traditi e vi chiedo perdono”.

LA REAZIONE- Ma non si può sfuggire alla delusione e alla rabbia dei fan, anche perché tutto il suo successo è dovuto alle idee che promulga: e dunque, che male le avevano fatto tutti quei pesci? E piovono i commenti infuriati di chi la chiama “assassina di pesci” o Fishvana. E ancora meme con pesci disegnati sulle sue foto o chi le consiglia uno psichiatra.

NON IL PRIMO CASO- Non è il primo caso di vegani finiti in disgrazia. L’australiana Freelee the Banana Girl sosteneva di aver sconfitto la tossicodipendenza e l’obesità mangiando 51 banane al giorno. Ma non era vero. E lo youtuber inglese Tim Shieff è stato costretto ad ammettere di essersi nutrito di salmone e uova per depressione e problemi digestivi, ed è stato fatto fuori dal marchio di abbigliamento ETHCS che proprio lui aveva fondato. Mentre Bonny Rebecca, australiana, ha lasciato dopo cinque anni il veganesimo, al quale dedicava tutte le sue ricette “senza coltello”. Ma la figuraccia di Rawvana ha battuto tutti per distacco.

e.m.

Da Oggi.it, guarda lo speciale con foto, immagini e video

Due parole su questo sito blank

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button