DelittiNotizie flashsocietà

Alessia Pifferi, non c’è limite all’orrore: trovate tracce di tranquillanti nella piccola Diana

Alessia Pifferi avrebbe somministrato delle benzodiazepine alla figlia Diana, di soli 18 mesi, prima di abbandonarla per sei giorni nel suo lettino, trovandola morta al suo rientro

A rivelarlo gli esami del sangue e dei capelli

diana pifferi

Alessia Pifferi, sulla morte della figlia Diana aggiunge un altro tassello di orrore: secondo quanto emerge dagli esami del sangue e dei capelli, nella piccola sarebbero state trovate tracce di benzodiazepine.

Alessia Pifferi vuole una foto della figlia da tenere in cella. Indiscrezioni choc dall’autopsia – GUARDA

Alessia Pifferi
Da Cronaca Vera

La vicenda

Alessia, 37 anni, è in carcere a San Vittore con l’accusa di omicidio volontario pluriaggravato. Stando alle indagini, nel tardo pomeriggio del 14 luglio la donna avrebbe lavato e cambiato la figlia Diana, di soli 18 mesi, per lasciarla poi per sei giorni nel lettino da camping con un biberon del latte. Nel frattempo lei si diresse a Leffe, nella bergamasca, dal nuovo compagno, cui disse che la piccola era al mare con sua sorella.

Alessia Pifferi, parla il suo avvocato: “Vi racconto chi è davvero” – GUARDA

Al ritorno, la bimba era ovviamente morta. Il caso ha sconvolto l’Italia. Alessia chiese pure di partecipare ai funerali. E al giudice ha domandato dove fosse sepolta e di avere una sua foto da tenere in cella con sè.

alessia pifferi
Da Cronaca Vera

Le chat di Alessia Pifferi

Cosa sia passato nella testa di questa donna nessuno lo sa. E al momento la richiesta di visita psichiatrica dei consulenti della difesa, avanzata dagli avvocati Luca D’Auria e Solange Marchingioli, non è stata accolta. Il quotidiano Il Giorno riportò però i messaggi che Alessia inviava ai suoi contatti, nei quali affermava di volere «una vita senza figli» perché considerati «un intralcio alle speranze».

Il grande abbaglio, controinchiesta sulla strage di Erba (versione aggiornata) – GUARDA

Non avrebbe desiderato altro che una vita bella «come quelle che si vedono in tv». Ed era sollevata dalla separazione dal marito con il quale aveva condotto una vita semplice e lieta di aver conosciuto il nuovo compagno, ovvero «l’uomo giusto».

alessia pifferi
Da Cronaca Vera

Una morte atroce

Nei giorni scorsi sono emersi però altri dettagli inquietanti: Diana avrebbe ingerito pezzi di cuscino e di materasso, come se, stremata dalla fame, avesse cercato di ingerire qualsiasi oggetto intorno a sè.

Alessia Pifferi
Da Cronaca Vera

E ora, dalle analisi tossicologiche, sia del sangue che del capello, emerge come le furono somministrate benzodiazepine, particolare che la donna ha sempre negato, sostenendo di averle dato solo delle gocce di paracetamolo. E forse è anche per questo che i vicini non l’hanno mai sentita piangere. L’autopsia chiarirà se i tranquillanti possano aver contribuito alla sua morte.

Manuel Montero

L’ultimo libro di Manuel Montero è “Wuhan – virus, esperimenti e traffici oscuri nella città dei misteri”, uscito in allegato a Il Giornale e disponibile in ebook per Algama, QUI

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Manuel Montero

Manuel Montero scrive da vent’anni per diversi settimanali nazionali. Ha pubblicato nel 2019, per Algama, Fenomeni Paranormali Italiani, in cui ha raccontato storie di cronaca, fatti ed eventi apparentemente incredibili, raccolti in prima persona negli anni sulla Penisola. In allegato a Il Giornale (e in ebook per Algama) sono invece usciti i volumi Telefilm Maledetti, dove l’autore narra la triste fine di alcuni dei più amati protagonisti di telefilm degli anni Settanta e Ottanta. E Wuhan - Virus, esperimenti e traffici oscuri nella città dei misteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie