Italiasocietà

Plasma iperimmune a Mantova, su Facebook scompare la pagina di Giuseppe De Donno

Un giallo è scoppiato in queste ore in Rete, dopo che da Facebook sono scomparsi profilo e pagina dello pneumologo Giuseppe De Donno, il medico che ha applicato la terapia del plasma iperimmune a Mantova. Ieri era stato ospite da Bruno Vespa a Porta a Porta

 

blank

di Manuel Montero

Mistero sulla scomparsa da Facebook del profilo e della pagina di Giuseppe De Donno, il primario di pneumologia all’ospedale di Mantova, dove si è applicata con successo (48 pazienti salvi su 48) la terapia del plasma iperimmune.

Tra i pazienti salvati anche Pamela Vincenzi, una giovane incinta di sei mesi, che costituisce un caso unico al mondo per il tipo di protocollo.

Successivamente, i Nas avevano chiesto chiarimenti proprio in merito all’infusione del plasma nella donna.

Il medico aveva paventato presunti ostacoli al suo lavoro: «Sono un uomo libero, che in questo momento ha sul tavolo 18 proposte di lavoro: ostinatamente voglio rimanere a lavorare in Italia ma si capisce bene che se mi porteranno all’esasperazione sarò costretto ad accettare una di queste offerte per continuare a vivere e a lavorare serenamente»

Ieri sera era stato ospite da Bruno Vespa a Porta a Porta.

blank

Come riporta l’Adnkronos «Il primario è protagonista, in questi giorni, di un’accesa polemica sulla sperimentazione della quale è capofila: ha infatti denunciato più volte di essere stato trattato da “ciarlatano” mentre la sperimentazione con il plasma autoimmune, ha più volte affermato, “è una sperimentazione seria”. Proprio sui suoi profili Facebook, qualche giorno fa De Donno scriveva: “Il plasma iperimmune ci ha permesso di migliorare ancora di più i nostri risultati. È democratico. Del popolo. Per il popolo. Nessun intermediario. Nessun interesse. Solo tanto studio e dedizione. Soprattutto è sicuro. Nessun evento avverso. Nessun effetto collaterale”.

Uno degli esperti che “frenano” maggiormente sulla sperimentazione con il plasma è il virologo Roberto Burioni, che ha più volte messo in guardia parlando di “farmaco non ideale, difficile e costosissimo da preparare”».

Ed è proprio l’agenzia giornalistica a parlare di «molte ipotesi che si inseguono sulla strana “sparizione” all’indomani della presenza del medico ieri sera a Porta a Porta».

Manuel Montero

Tutti i libri di Manuel Montero

Due parole su questo sito blank

Manuel Montero

Manuel Montero scrive da vent’anni per diversi settimanali nazionali. Appassionato di cinema e tv anni 80, ha pubblicato nel 2019, per Algama, Fenomeni Paranormali Italiani, in cui ha raccontato storie di cronaca, fatti ed eventi apparentemente incredibili, raccolti in prima persona negli anni sulla Penisola. In allegato a Il Giornale è invece uscito il volume Telefilm Maledetti, dove l’autore narra la triste fine di alcuni dei più amati protagonisti di telefilm degli anni Settanta e Ottanta.

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button