DelittiESCLUSIVONotizie flashsocietà

Strage di Erba, parla Olindo: “Se tornassi libero? Ecco cosa farei”

Strage di Erba, in edicola la prima parte della lunga intervista esclusiva che Cronaca Vera ha realizzato con Olindo Romano.

Il netturbino racconta la sua vita quotidiana e i suoi sogni. E torna indietro nel tempo per ricordare cosa successe la sera dell’11 dicembre 2006

Strage di Erba

Strage di Erba, torna a parlare Olindo Romano. Il netturbino condannato all’ergastolo con la moglie Rosa Bazzi torna a sperare dopo che è giunta a Brescia la richiesta di revisione presentata dal sostituto pg di Milano Cuno Tarfusser.

Ecco alcuni stralci dell’intervista che trovate in edicola (e che sarà pubblicata in più puntate), insieme alle foto inedite del suo album di famiglia:

Andiamo a quanto accade in questo periodo. Qualcuno ti scrive oggi per dirti che ti ritiene innocente?

«Sempre più persone! Questo fa molto piacere a me e a Rosa. Anzi, ne approfitto per ringraziarli tutti, se leggono questo articolo: Grazie di cuore da Rosa e Olindo».

strage di erba
Da Cronaca Vera

E dei vecchi conoscenti, è rimasto qualcuno con cui ti scrivi?

«Sì, sono rimasti in parecchi. Della corte di via Diaz invece no, ma non penso abbiano il coraggio».

Strage di Erba, c’era davvero una macchia di sangue sull’auto di Olindo? – Podcast

C’è stato qualcuno dei tuoi conoscenti che all’epoca, anche quando vi spacciavate per colpevoli, non credeva al fatto che voi avevate commesso la strage?

«Questo non posso saperlo, penso che ora tutti credano alla nostra innocenza».

Strage di Erba, la verità sul riconoscimento di Mario Frigerio – ESCLUSIVO

E in carcere, c’era da subito chi ti credeva innocente?

«Penso di sì, anche perché nessuno mi ha mai rinfacciato di essere un mostro».

Da quando sei entrato in prigione, tante cose sono cambiate: ci sono gli smartphone, le auto elettriche, l’intelligenza artificiale. Come ti immagini la tua vita fuori dal carcere?

«Bella domanda! Me la immagino lontano da tutti, in campeggio in un bungalow senza vicini. Almeno per un annetto, poi si vedrà».

Il grande abbaglio, controinchiesta sulla strage di Erba (versione aggiornata) – GUARDA

Torneresti a vivere a Erba o vorresti andare lontano o magari anche lontano dall’Italia, come ha fatto Daniele Barillà, vittima di un errore giudiziario?

«Perchè no? Mi ricordo che ci volevano tutti bene. Non so chi è Barillà, ma rimarrei comunque in Italia, non conosco le lingue straniere. Un giretto me lo farei volentieri, magari in Irlanda».

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Cronaca Vera

Dal 1969 in edicola. Costa poco e dice tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie