DelittiNotizie flashsocietà

La criminologa Roberta Sacchi: “Io, presa di mira perchè non colpevolista sul delitto di Avetrana”

(continua dopo la pubblicità)

A Cronaca Vera parla la criminologa Roberta Sacchi, che per i suoi dubbi sulla colpevolezza di Sabrina Misseri e Cosima Serrano nel delitto di Sarah Scazzi, venne violentemente attaccata sui social

L’autore del libro “Il delitto di Avetrana- Perché Sabrina Misseri e Cosima Serrano sono innocenti”, ovvero il giallista Rino Casazza, l’ha intervistata per il nostro settimanale

roberta sacchi
Roberta Sacchi, i suoi dubbi sul delitto di Avetrana sono oggi rilanciati dal libro di Rino Casazza. Clicca sulla copertina e vai all’inchiesta

Affermata psicologa forense e criminologa, Roberta Sacchi è divenuta un volto televisivo per la sua partecipazione a trasmissioni di true crime. Nel 2014 ha vissuto una spiacevole esperienza a causa dei reiterati, scomposti attacchi – addirittura con minacce di violenza fisica- sui propri profili social, mail e sul telefono a causa degli interventi sul piccolo schermo sul giallo di Avetrana.

IL DELITTO DI AVETRANA, il primo capitolo del libro che scagiona mamma e figlia – ESCLUSIVO

michele misseri

L’esperta era stata presa di mira per aver espresso forti dubbi sulla responsabilità nell’omicidio di Sarah Scazzi di Sabrina Misseri e Cosima Serrano, poi condannate in via definitiva. Secondo il suo parere il delitto era da attribuirsi unicamente all’altro famigliare coinvolto in quel caso giudiziario, Michele Misseri.

Il libro IL DELITTO DI AVETRANA su DAGOSPIA

L’incresciosa disavventura ha avuto un’appendice con un procedimento disciplinare a carico della Sacchi in relazione alla supposta incauta ipotesi da lei avanzata, con argomenti seri fondati sulle sue conoscenze professionali, che alla base del comportamento criminale di Michele Misseri potesse esserci un disturbo neurologico. L’azione disciplinare si è poi conclusa in modo a lei favorevole. Ma da allora, cautelativamente, ha evitato di pronunciarsi sulla vicenda della morte della giovane Scazzi in tv e sui social.

blank IL DELITTO DI AVETRANA: Perchè Sabrina Misseri e Cosima Serrano sono innocenti blank

 

Le teorie della Sacchi tornano di attualità ora che, per iniziativa dei legali delle due donne, in carcere con la pena dell’ergastolo, è in discussione un ricorso presso la Corte Europea dei diritti dell’Uomo, che potrebbe portare a una revisione del processo, rimettendo in discussione la verità giudiziaria. Roberta Sacchi ha accettato di tornare a parlare con noi dell’argomento.

Ci vuoi raccontare che cosa ti è successo e qual è la tua posizione sul delitto di Avetrana?

Otto anni fa eravamo nel pieno dell’iter processuale per l’omicidio di Sarah Scazzi. Nei dibattiti televisivi io ero una dei pochi, se non l’unica, a rompere il compatto schieramento colpevolista nei confronti di Sabrina e Cosima, essendo convinta, come sono tutt’ora, che la povera Sarah sia stata uccisa dallo zio Michele – reo confesso ma non creduto dagli inquirenti e poi dai giudici – per reazione inconsulta al rifiuto di un approccio sessuale da parte della ragazzina.

La lettera di Valentina Misseri, nel libro IL DELITTO DI AVETRANA, pubblicata da IL GIORNALE

Intendendomi particolarmente di psicologia del ricordo, sostenevo che uno dei principali elementi a favore della falsità della confessione dell’uomo, ovvero che fosse incapace di ricostruire in modo completo e preciso l’azione omicida, in realtà era circostanza nient’affatto insolita in autori di delitti similari. In un clima in cui l’opinione pubblica aveva il pollice verso nei confronti delle due imputate, questo ha scatenato contro di me l’avversione del popolo dei social con una valanga di commenti negativi preconcetti e contumelie. Eppure mi ero limitata a riferire il risultato di studi specifici su casi reali.

avetrana

Cioè?

Quando una persona commette un omicidio d’impulso è, evidentemente, in stato di forte stress emotivo. Questo implica che non rammenti per filo e per segno gli atti compiuti, ma li ricordi a sprazzi. Questo è quello che è accaduto a Michele Misseri, anche a prescindere dalla questione se egli sia o meno affetto da una malattia psichiatrica, su cui non è stato mai compiuto un accertamento medico-specialistico. Tutto il caso di Avetrana, comunque, chiama in causa la problematica, ben conosciuta in psicologia, dell’alterazione involontaria dei ricordi.

roberta sacchi

Che cosa intendi?

La soluzione giudiziaria sul delitto di Sarah Scazzi si basa tutta su testimonianze, in particolare su quella, controversa, di un fioraio di Avetrana che avrebbe visto le condannate costringere la vittima a salire sulla loro auto per poi evidentemente ucciderla, se il fatto è reale. Però questo testimone ha sempre sostenuto – continua a farlo anche adesso – di aver visto l’episodio in sogno. Ciò gli è valsa un incriminazione per falso, sorte toccata a molte altre persone che hanno fornito deposizioni su circostanze decisive non collimanti con l’impianto accusatorio.

il delitto di avetrana
Da Cronaca Vera

 

Franco Coppi, lo sfogo nel libro IL DELITTO DI AVETRANA: “Ad Avetrana due malcapitate”. Caso riaperto? LIBERO

D’ altro canto alcune altre persone, risentite a distanza di tempo, hanno ritenuto di rettificare quanto inizialmente riferito rendendolo compatibile con la tesi dell’accusa. In realtà, come dimostrano gli studi sperimentali, la memoria umana non fotografa in modo obiettivo gli avvenimenti, ma li filtra attraverso la sensibilità e l’esperienza individuale. Ad esempio è acclarato che le donne abbiano una percezione dei colori molto più sofisticata, per cui ricordano meglio questo dettaglio.

Michele Misseri, la disperata lettera nel libro IL DELITTO DI AVETRANA: “Sono io il vero colpevole” – da OGGI

Comunque, in generale, bisogna sempre tener conto che qualora si riscontrino inesattezze o discordanze nelle versioni dei testimoni, non significa che dietro ci sia malizia o dolo, ma ciò può avvenire in buona fede per la soggettività dei ricordi, in misura maggiore quanto più passa del tempo dal fatto ricordato.

Il delitto di Avetrana. Ecco perché Sabrina Misseri e Cosima Serrano sono innocenti – GUARDA

il delitto di avetrana
Da Cronaca Vera

Rino Casazza  per Cronaca Vera

Guarda gli ultimi libri di Rino CasazzaQUI

(continua dopo la pubblicità)

Cronaca Vera

Dal 1969 in edicola. Costa poco e dice tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie