CultureNotizie flashsocietà

Diabolik compie 60 anni, ma non li dimostra. Ecco alcuni dei suoi segreti

(continua dopo la pubblicità)

Il primo numero di Diabolik usciva nel novembre 1962. A febbraio è andato in edicola il numero 900. Ecco alcune cose che forse non sapete sull’antieroe mascherato

diabolik
Il servizio che Cronaca Vera dedica ad Andrea Carlo Cappi e Diabolik

 

Diabolik, 60 anni e non sentirli. Ce ne siamo occupati spesso. Abbiamo fatto un ebook ufficiale sul personaggio, Fenomenologia di Diabolik, curato da Andrea Carlo Cappi, il romanziere ufficiale dell’antieroe mascherato (compreso il romanzo del primo film) che da domani sarà su Audible con i quattro romanzi sul famigerato ladro.

 blank

Clicca sulla foto e vai al libroIl primo numero usciva nel novembre 1962, per 150 lire, formato tascabile. Partorito dalla fantasia delle sorelle Angela e Luciana Giussani, ha resistito al passare del tempo, alla tecnologia che ha devastato le edicole. Sempre fedele a se stesso.

Diventato cartone animato, film prima con Mario Bava nel 1968, ultimo quello con Luca Marinelli. Il prossimo il 17 novembre con Giacomo Gianniotti, Ginko all’attacco!

cappi diabolik
Andrea Carlo Cappi… a Clerville!

Il romanziere di Diabolik

Di Diabolik, ci ha raccontato Cappi:

«Ciò che lo ha sempre reso diverso anche a fumetti. Non è un supereroe, bensì un ladro per nulla gentiluomo, anche se provvisto di un codice etico molto personale. La sua apparizione negli anni ‘60 fu rivoluzionaria: le autrici anticipavano la dissoluzione di vecchi schemi sociali e, attraverso Eva Kant, l’emancipazione della donna. Sono temi ancora validi oggi. Inoltre la serie rientra in un tipo particolare di giallo, uno dei più sofisticati e più difficili da scrivere: le storie imperniate sui “colpi” richiedono capacità e inventiva, e gli autori di Diabolik ne hanno già realizzate ben novecento».

diabolik
Clicca sulla foto e vai al libro

Hai scritto un libro intitolato Fenomenologia di Diabolik. Quanti media ha toccato il fenomeno Diabolik, dal 1962 a oggi?

«È arrivato al cinema negli anni ‘60 in un film pop di Mario Bava, non molto fedele ai fumetti, ma di culto negli USA. Negli anni ‘90 ebbe una serie tv a cartoni animati, benché adattata a un pubblico diverso: in molti paesi del mondo una coppia di eroi-criminali non poteva andare in onda nella fascia protetta. Due anni fa il regista Giancarlo Soldi girò il docufilm “Diabolik sono io”, giocando tra realtà e fantasia. Ma un aspetto interessante è che già a fine anni ‘60 ci furono due serie di romanzi, una in Italia e una in Francia, tradizione che ho ripreso dagli anni Duemila scrivendo quattro storie mai lette a fumetti».

Sono tante le iniziative in corso. Vi terremo informati.

 

(continua dopo la pubblicità)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie