DelittiNotizie flashsocietà

Angela Dawn Flores, l’incredibile storia della mamma che ha ucciso tre figli: “Erano posseduti”

(continua dopo la pubblicità)

Angela Dawn Flores, 38 anni, la notte prima dei delitti era andata nel cortile della sua vicina di casa, aveva aperto una Bibbia e aveva acceso delle candele

Ha sterminato i suoi tre figli piccoli nel giorno della festa della mamma, sembra con la complicità del figlio più grande, che però si dichiara innocente. La motivazione ha scioccato gli inquirenti

La ricostruzione del caso nell’approfondimento di Cronaca Vera

Angela Dawn Flores

 

Angela Dawn Flores, 38 anni, ha ucciso i suoi tre figli piccoli, pare con la complicità del figlio più grande. Una strage orrenda contro tre bambini spaventati e ammazzati proprio dalla loro mamma, la persona che più di tutti avrebbe dovuto proteggerli dalle insidie del mondo. E quando la donna è stata interrogata ha lasciato senza parole gli inquirenti che le chiedevano il perché di una strage del genere: «Erano posseduti dal demonio».

Fabrizio Angeloni, le coltellate a moglie e figlia: cos’è successo davvero in quella casa? – GUARDA

Ora si trova nel carcere femminile di Lynwood, in California e la cauzione è stata fissata a 6 milioni di dollari. In prigione anche l’altro figlio sedicenne, trattenuto trattenuto senza cauzione a Sylmar Junevile Hall per  omicidio. Una storia assurda e surreale, nata dal fanatismo religioso.

Angela Dawn Flores

I DELITTI DI ANGELA DAWN FLORES

La polizia non ha comunicato come siano morti i piccoli Natalie Flores, 12 anni, e i gemellini Nathan Yanez e Kevin Yanez, di 8, sterminati proprio nel giorno della festa della mamma. Si sa solo che quando gli agenti sono arrivati, erano già morti. La notte prima, però, Angela è stata sentita urlare: «La mia famiglia sta abusando di me!»

Il grande abbaglio, controinchiesta sulla strage di Erba (versione aggiornata) – GUARDA

Angela Dawn Flores

Poi è stata vista entrare nel cortile di una casa adiacente, ha aperto una Bibbia e ha acceso delle candele. Un’altra vicina, Prisila Canales, ricorda bene quelle urla e non riesca a scordarle. Così come l’arrivo della polizia e dell’ambulanza chiamati evidentemente dai proprietari dell’abitazione: «L’hanno portata fuori sulla barella e lei era sdraiata e all’improvviso ha gridato: “Dov’è la mia Bibbia? Dov’è la mia Bibbia?”»

Carol Maltesi: e se Davide Fontana l’avesse uccisa per soldi? Ecco cosa sta succedendo – GUARDA

Pensavano fosse andata fuori di testa, certo, ma nessuno immaginava ciò che era accaduto in casa sua. Lo si è scoperto solo la mattina, quando alle 7,40 la polizia è stata chiamata dal figlio adolescente di Angela. E, giunti a casa, gli agenti si sono trovati davanti ad una scena dell’orrore. E hanno arrestato il ragazzo.

Angela Dawn Flores

IL DIAVOLO

Il giovane si è però protestato innocente e in questi giorni comparirà di fronte al giudice. Angela ha invece ammesso di averli uccisi tutti e tre. Il motivo? «Erano posseduti dal diavolo» ha detto prima di andare in tribunale. Apparirà in aula il 6 agosto. I piccoli Kevin e Nathan Yanez erano studenti della Ivy Academia, una scuola a West Hills, un quartiere nella parte occidentale della San Fernando Valley a Los Angeles.

Anna Maria Tolomello, due settimane in camera con il marito ucciso – GUARDA

Ma lei, la mamma di Los Angeles? Prima di arrivare a Los Angeles, viveva a Kansas City e lì lavorava in una società di costruzioni. Era una cristiana evangelica. Il suo ultimo post su Facebook recitava: “Evangelista: una persona che cerca di convertire gli altri soprattutto attraverso la predicazione pubblica. Uno zelante sostenitore di una causa”. Al Los Angeles Times ha parlato l’ex marito, Jacob Corona, da cui si separò nel 2005 e dal quale ha avuto un quarto figlio.

Angela Dawn Flores

Jacob l’aveva sentita una settimana prima della strage: «Mi raccontava tutte queste cose su Dio. Era strana. Non so davvero cosa sia successo». E ricorda che quando stavano insieme «non era proprio religiosa». Ma poi Angela dev’essere cambiata. Diventata una fervente devota, qualcosa di folle è scattato nella sua mente per ipotizzare che i figli fossero posseduti dal diavolo. E il delirio mistico ha alfine avuto la meglio sulla sua mente.

Dice ancora l’ex compagno: «Mi parlava di morte. Le ho chiesto: “Cosa sta succedendo?” Pensavo tante cose, ma non ho immaginato nulla di simile». Il vicino Stephen Hayes, 71 anni, ricorda come la famiglia girasse spesso per il quartiere in bicicletta: «Sembravano persone simpatiche e normali. La loro è una delle case più belle dell’isolato». Un altro ha rammentato di aver sentito come delle grida soffocate di un bimbo la notte dei delitti: «Pensavo di stare solo sognando. Pensavo che West Hills dovesse essere al sicuro. Ma niente è più sicuro al giorno d’oggi».

(continua dopo la pubblicità)

Cronaca Vera

Dal 1969 in edicola. Costa poco e dice tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie