Bar Sportsocietà

Il Deus Ex Machina del Pergo Cesare Fogliazza decide di fermarsi per Covid-19

La Pergolettese, in serie C, saggiamante dice stop al calcio per emergenza sanitaria

Cesare Fogliazza, direttore generale della Pergolettese (squadra di Crema, cittadina lombarda violentata dal coronavirus come altre realtà lombarde, militante in serie C), nella battaglia contro il Coronavirus ha perso un nipote, Andrea Micheli, ex presidente dei gialloblù.
Un momento tremendo per il dirigente del team lombardo che ha confessato a Stefano Donati, giornalista di TeleLombardia (notizia poi ripresa da tuttoc.com), come la Pergolettese non tornerà in campo: “Ho parlato con il presidente della Lega Pro Ghirelli e gli ho spiegato che pensare al ritorno in campo è una follia. Non autorizzerò i miei giocatori ad allenarsi, a prendere un pullman tutti insieme, penso a quelli che lavorano con noi, massaggiatori, magazzinieri, non voglio prendermi questa responsabilità e tra un mese non sarà cambiato nulla. Questo campionato va chiuso per pandemia. Ci saranno questi mesi di tempo per pensare alla prossima stagione e sistemare tante cose. Capisco i soldi ma la salute non ha prezzo, manderò un messaggio a tutti gli altri presidenti della Lega Pro, questo campionato non si può concludere. Non ci sono le condizioni per giocare”.
Chapeau al Deus Ex Machina Cesare Fogliazza (e condoglianze) e al Pergo (il Covid- 19 ha ucciso pure il dottor Gentile, il medico sociale) per la coraggiosa decisione. Il football ora è giusto si fermi, non ha senso andare avanti. Si riparta a luglio con la nuova stagione.
Stefano Mauri
Tag

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close