CultureNewssocietà

Breve viaggio tra i serial killer: l’indiscreto fascino dell’angoscia

(continua dopo la pubblicità)

1477208164982

L’argomento degli assassini seriali, nella sua inquietante terribilità , mi prende da sempre.

I motivi ho provato a riassumerli in un articolo, dedicato al più emblematico dei serial killer, Jean-Baptiste Grenouille, l’uomo dall’olfatto divino protagonista del romanzo “Il profumo “di Patrik Suskind.

IL PROFUMO DI PATRIK SUSKIND, LA CRUDELE INNOCENZA DEL SERIAL KILLER

Il serial killer più famoso, quello che portato alla ribalta la categoria, è senz’altro Jack The Ripper, di cui, a due secoli dalle sue gesta, non si sa ancora nulla, pur avendo fatto scrivere fiumi d’inchiostro, e impressionare chilometri di pellicola.  Lo stato dell’arte su Jack si trova ben riassunto in “Lettere dall’inferno” di Gianluca Margeriti, il Nuovo Melangolo, che cita la più inquietante lettera attribuita a “Jack”, quella che si autodefinisce scritta “From Hell”.

E come dimenticare colui che contende oramai allo “Squartatore” la palma della popolarità, lo psichiatra cannibale lucidamente, cinicamente folle conosciuto come “Hannibal The Cannibal”, impersonato sugli schermi cinematografici da Antony Hopkings?

L’elenco potrebbe continuare includendo, cito alla rinfusa, il perverso John Doe di “Seven”, ossessionato dai peccati capitali, l’irrisolto Norman Bates di “Psico”, Incapace di emanciparsi dalla madre,  il contorto torturatore Jigsaw del ciclo l'”Enigmista”, o il machiavellico Orologiaio che incrocia le armi con Lincol Ryme nei romanzi di Jeffery Deavers.

Il primo assassino seriale che compare in un mio scritto, nel lontano 1996, è “Fauci di belva”, un killer inspiegabilmente capace di uccidere con  morsi che sembrano quelli di una fiera.

Dal racconto dedicatatogli è stato tratto un cortometraggio.

IL CORTO “FAUCI DI BELVA” 

(continua dopo la pubblicità)

Nel romanzo “Bart” recentemente uscito sia in cartaceo che digitale compare invece il tenebroso “Bart lo Stupratore”, folle assassino necrofilo di fanciulle inermi.

BART”  SU AMAZON : EBOOK  E LIBRO

Il racconto “Lo stratagemma di Mutt and Jeff”  è incentrato sulla figura singolare de “Il Boia”, che decapita i cattivi sostituendosi alla giustizia nell’impartire la punizione.

LO STRATAGEMMA DI MUTT AND JEFF SU AMAZON

Nessun dubbio che il culmine sia rappresentato dal “Burattinaio”, il luciferino protagonista de “La logica del Burattinaio”, romanzo scritto a quattro mani con l’ineguaglibile Daniele Cambiaso.

Questa storia racconta del perverso disegno di far rivivere, ai giorni nostri, le gesta di un assassino veramente esistito negli anni 30 del secolo scorso, “Il mostro di “Sarzana”, l’incredibile, enigmatico serial killer bambino, personaggio che conferma come la realtà non abbia nulla da invidiare alla fantasia.

LA LOGICA DEL BURATTINAIO, IL THRILLER SUL SERIAL KILLER BAMBINO

L’ INCREDIBILE STORIA DI WILLIAM VIZZARDELLI, IL MOSTRO DI SARZANA

Rino Casazza

 GLI ALTRI  LIBRI DI RINO CASAZZA:

Bergamo sottosopra. Un’avventura di Auguste Dupin e Giuseppe Giacosa

(continua dopo la pubblicità)

Il Fantasma all’Opera

Tutto in venti ore

Gli enigmi di Don Patrizio

(continua dopo la pubblicità)

Rino Casazza

Rino Casazza è nato a Sarzana, in provincia di La Spezia, nel 1958. Dopo la laurea in Giurisprudenza a Pisa, si è trasferito in Lombardia. Attualmente risiede a Bergamo e lavora al Teatro alla Scala Di Milano. Ha pubblicato un numero imprecisabile di racconti e 15 romanzi che svariano in tutti i filoni della narrativa di genere, tra cui diversi apocrifi in cui rivivono come protagonisti, in coppia, alcuni dei grandi detective della letteratura poliziesca. Il più recente è "Sherlock Holmes tra ladri e reverendi", uscito in edicola nella collana “I gialli di Crimen” e in ebook per Algama. In collaborazione con Daniele Cambiaso, ha pubblicato Nora una donna, Eclissi edizioni, 2015, La logica del burattinaio, Edizioni della Goccia, 2016, L’angelo di Caporetto, 2017, uscito in allegato al Giornale nella collana "Romanzi storici", e il libro per ragazzi Lara e il diario nascosto, Fratelli Frilli, 2018. Nel settembre 2021, è uscito "Apparizioni pericolose", edizioni Golem. In collaborazione con Fiorella Borin ha pubblicato tre racconti tra il noir e il giallo: Onore al Dio Sobek, Algama 2020, Il cuore della dark lady, 2020, e lo Smembratore dell'Adda, 2021, entrambi per Delos Digital Ne Il serial killer sbagliato, Algama, 2020 ha riproposto, con una soluzione alternativa a quella storica, il caso del "Mostro di Sarzana, mentre nel fantathriller Al tempo del Mostro, Algama 2020, ha raccontato quello del "Mostro di Firenze". A novembre 2020, è uscito, per Algama, il thriller Quelle notti sadiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie