Home / News / Ancora a proposito di serial killer: il “corto” Fauci di belva di Nicolò Trunfio- GUARDA IL FILM

Ancora a proposito di serial killer: il “corto” Fauci di belva di Nicolò Trunfio- GUARDA IL FILM

 

fb_img_1476615141620

Alcuni anni fa un mio vecchio racconto breve, tanto per cambiare incentrato sulla figura di un assassino seriale, soprannominato Fauci di belva per i terribili morsi con cui squarciava la gola delle vittime, è capitato tra le mani di un giovane, brillante studente universitario, Nicolò Trunfio, che si diletta di cinema ed ha curato, con lusinghieri risultati, la regia di alcuni cortometraggi.

Nicolò è un appassionato di letteratura e cinema thriller e horror.

Il racconto gli è, bontà sua, piaciuto a tal punto che ha pensato di trarne un corto da presentare per la tesi di laurea.

È stato un piacere, per me, fargli utilizzare il soggetto.

La sceneggiatura, fattami pervenire in anteprima, era assai fedele al testo del racconto, per cui ho atteso con curiosità e impazienza di visionare il prodotto finale.

Pur con mezzi limitati , e potendo contare su interpreti bravi ma non professionisti, Nicolò è riuscito a dare un efficace rappresentazione della storia, che narra il momento della cattura di Fauci di Belva.

Quanto al killer, ho sempre pensato che sia una delle mie invenzioni più “forti”.

Credo non sfiguri al confronto con William Vizzardelli, l’incredibile serial killer bambino degli anni 30, veramente vissuto, intorno alla cui vicenda è costruito il romanzo “La logica del Burattinaio” , scritto a quattro mani con l’impareggiabile Daniele Cambiaso.

E neanche col tenebroso “Burattinaio” del titolo.

LA LOGICA DEL BURATTINAIO E TUTTI I LIBRI DI RINO CASAZZA:

La logica del Burattinaio, nella mente del serial killer

Bergamo sottosopra. Un’avventura di Auguste Dupin e Giuseppe Giacosa

Il Fantasma all’Opera

Bart

Tutto in venti ore

 

Chi è Rino Casazza

Rino Casazza è nato a Sarzana, in provincia di La Spezia, nel 1958. Dopo la laurea in Giurisprudenza a Pisa, si é trasferito in Lombardia. Attualmente risiede a Bergamo e lavora a Milano. E’ da sempre un appassionato (come lettore, prima che come autore) della letteratura "di genere" in tutte le sue sfaccettature: giallo-noir, horror, fantascienza ecc. ecc. Altra sua grande passione sono il cinema, come testimonial la tesi di laurea sulla censura cinematografica, e il teatro, frequentato non solo come spettatore ma anche, in gioventù, come praticante dilettante. Il suo primo testo "letterario" è infatti la trasposizione teatrale della novella di Buzzati "Iago", di cui nel 1985 ha osato una regia. Oltre a numerosi romanzi brevi (tra cui quelli che hanno come protagonista il prete detective Don Patrizio Bruni) e racconti su pubblicazioni, riviste e collane varie, ha pubblicato cinque romanzi, tra cui, lo scorso giugno, il giallo Bergamo sottosopra, 0111 Edizioni. E a luglio il thriller, scritto con Daniele Cambiaso "La logica del Burattinaio", edito da Algama e ispirato al serial killer bambino William Vizzardelli

Leggi anche

La logica del Burattinaio: i segreti di una collaborazione

In due interviste su Stop, abbinate a due racconti scritti come singoli, io e il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com