AmbienteFocusPanoramasocietà

Gazprom: “Il gas americano vi costerà molto di più di quello russo”

 

gazprom_centrremont

«Le forniture di gas all’Europa non sono a rischio. La Russia ha fornito gas anche nei momenti peggiori, addirittura durante la guerra fredda, e abbiamo sempre rispettato gli accordi». Così parla Alexander Medvedev, vicepresidente di Gazprom e direttore generale di Gazprom-export, in un’intervista pubblicata sul numero di Panorama in edicola da giovedì 17 aprile. [break]

I PREZZI AUMENTATI – Circa il 40 per cento del gas che dalla Russia arriva in Europa attraversa l’Ucraina e riguardo alla crisi tra Mosca e Kiev, che ha portato ad un forte aumento dei prezzi del metano praticato dai russi all’Ucraina, il numero due di Gazprom sottolinea che «gli ucraini non hanno rispettato i patti e non hanno nemmeno pagato le forniture a prezzo scontato. Il debito del paese verso Gazprom sta crescendo. Cosa farebbe in una situazione simile qualsiasi fornitore europeo responsabile e col senso degli affari?». [break]

L’INTERVISTA A PANORAMA- Nell’intervista con Panorama, Medvedev si dice convinto che «per diversi decenni a venire l’Europa non avrà altre fonti di gas naturale sicure». E conclude: solo la Russia è in grado di rispondere alla crescita della domanda europea. Norvegia, Algeria, Regno Unito e adesso anche i Paesi Bassi stanno iniziando ad avere problemi derivanti dall’esaurimento delle loro risorse. Da un punto di vista economico, il gas liquefatto americano non può essere esportato in Europa a prezzi competitivi. Se per questioni politiche si dovesse decidere di esportare il gas americano nel vecchio continente, gli europei dovranno essere pronti a pagare prezzi più alti che per il gas russo».

Due parole su questo sito blank
Tag
Leggi di più

Articoli correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close