Home / Focus / “Non cacciate i manager pubblici imputati”: Guido Rossi contro il Governo

“Non cacciate i manager pubblici imputati”: Guido Rossi contro il Governo

 

guido-rossi«Si pone in contrasto con il principio di presunzione di innocenza» sancito dalla Costituzione e «solleva dubbi di compatibilità anche con le norme della Convenzione europea dei diritti dell’uomo». È senza appello la bocciatura che Guido Rossi ha inflitto alle nuove norme del ministero dell’Economia sui requisiti di onorabilità richiesti ai manager delle società quotate controllate dallo Stato. [break]

IL CASO SCARONI- Lo rivela «Panorama» nel numero in edicola da giovedì 3 aprile. L’avvocato d’affari, già senatore indipendente del Pci, poi presidente della Consob e promotore delle leggi sull’antitrust, sull’Opa e sull’insider trading, ha espresso il suo parere su richiesta dell’Eni, il cui amministratore delegato, Paolo Scaroni, è coinvolto in un’inchiesta sulla Saipem per corruzione e lunedì 31 marzo è stato condannato in primo grado per disastro ambientale in relazione alla centrale di Porto Tolle dell’Enel, che guidò dal 2002 al 2005. [break]

LA DECADENZA- Nella sua risposta di 15 pagine, Guido Rossi boccia la modifica dello statuto che il ministero dell’Economia e la Cassa depositi e prestiti, in qualità di azionisti, chiedono venga introdotta dall’assemblea dell’Eni e che prevede la decadenza dei vertici anche in caso di condanna non definitiva o di rinvio a giudizio, violando il principio di non colpevolezza. [break]

IL MOMENTO POLITICO – Il giudizio di Rossi arriva in un momento molto delicato, alla vigilia del rinnovo dei vertici delle maggiori aziende pubbliche quotate come Eni ed Enel. E rischia di innescare un contenzioso legale tra imprese e ministero dell’Economia.

Chi è Fronte del Blog

Le news della Terza Repubblica

Leggi anche

Enzo Caniatti e i suoi dubbi: “Quei misteri sulla fine di Adolf Hitler”

Il giornalista e scrittore autore di diversi saggi sul Fuhrer e del thriller "Il signor Wolf" (Algama) in cui ipotizza la fuga di Hitler dal porto di Genova, svela tutti i suoi dubbi a Stop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com