Bar SportNotizie flashSocial Starsocietà

Mattia Zaccagni salva l’Italia. Agli Ottavi c’è la Svizzera

Timidi, incerti e impauriti gli azzurri di Luciano Spalletti possono fare di più?

Quindi l’Italia: timida, insicura, nell’ultima azione utile ha staccato il pass per gli Quindi l’Italia: timida, insicura, nell’ultima azione utile ha staccato il pass per gli ottavi di finale. Eh già, al 98esimo grazie a una perla di Mattia Zaccagni, quando ormai tutti avevano perso le speranze ha risposto al gol di Modric e ha permesso agli azzurri di chiudere il gruppo B al secondo posto alle spalle della Spagna. E’ finita 1-1, l’Italia sabato a Berlino sfiderà la Svizzera. E Zaccagni merita di giocare titolare adesso, o no?

blank

Così mister Luciano Spalletti ha parlato a fine partita: “Quando le partite si decidono così alla fine diventa tutto più emozionante. I calciatori ci hanno creduto, hanno mantenuto la testa lucida e rischiato poco nonostante le difficoltà. C’è da fargli i complimenti per come hanno reagito nonostante fossimo molto offensivi alla fine. Inutile girarci intorno, se produciamo poco succede questo. Si vede che si pensa di portare a casa il risultato senza andare a credere di vincere la partita. Mi aspetto più roba dai miei calciatori perché spesso ce lo fanno vedere che possono farlo”. L’Italia non è stata all’altezza della Spagna , ha giocato male con la Croazia ma è approdata agli Ottavi Ma è possibile giocare meglio?

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie