Bar SportNotizie flashsocietà

IL 12 OTTOBRE PARTONO IN SARDEGNA I MONDIALI DI SCACCHI UNDER 20

Tra i favoriti l'italiano Francesco Sonis

(continua dopo la pubblicità)

“Trucchi e imbrogli, veri o presunti che siano, non ci appartengono. Per noi ragazzi gli scacchi sono festa, allegria, divertimento”.

Il mondo scacchistico internazionale, che sta vivendo un periodo tormentato a causa delle accuse di “doping informatico” rivolte al giocatore statunitense Hans Niemann, viene rinfrescato da una ventata d’aria pura grazie ai Mondiali Under 20, che si svolgono proprio qui in Italia, a Cala Gonone, località balneare di Dorgali, in provincia di Nuoro.

scacchi

Poco meno di duecento giocatori, con tutto l’entusiasmo e la spensieratezza della loro età, si contenderanno, nel torneo Open (cioè aperto a tutti) e in quello Femminile (riservato solo alle donne) il titolo di miglior giocatore e giocatrice giovane del mondo.

Un evento scacchistico di assoluto prestigio, tra i più importanti a livello planetario, che l’Italia torna a organizzare cinque anni dopo l’edizione del 2017 di Tarvisio. Il primo turno sarà mercoledì 12 ottobre alle 15.30. Complessivamente di turni ne sono previsti 11, l’ultimo dei quali in programma il 22 ottobre, sempre alle 15.30.

blank

I Mondiali Under 20 (detti anche Mondiali Juniores) sono una delle manifestazioni più importanti programmati dalla FIDE (la Federazione internazionale degli scacchi). Si svolgono dal 1951 e in passato hanno laureato giocatori straordinari, come l’ex Campione del mondo, l’indiano Viswanathan Anand (nel 1987), l’armeno Levon Aronian (nel 2002), il francese Maxime Vachier-Lagrave (nel 2009) e, in campo femminile, l’ucraina Anna Muzychuk (nel 2010) e la russa Aleksandra Goryachkina (per due volte, nel 2013 e nel 2014), tutti poi destinati a una splendida carriera.

Negli ultimi due anni, causa pandemia, non si è potuto svolgere ma ora torna a disputarsi, per la gioia di tutti gli appassionati.

blank

Folta la partecipazione italiana, grazie anche al fatto di poter giocare “in casa”: saranno 21 gli azzurri in gara, di cui 18 nell’Open. In questo torneo il migliore dei nostri, sulla carta, è Francesco Sonis (foto), Campione europeo Under 16 nel 2018, giocatore di punta della Nazionale e per di più sardo, di Oristano. Sonis, nonostante sia ormai uno scacchista di livello internazionale, nel ranking di partenza è solo nono, e questo dà l’idea di quanto sia competitivo il torneo.

 

Il favorito è il russo (ma giocherà sotto bandiera FIDE), Andrey Esipenko, che fa già parte del ristretto gruppo degli scacchisti che partecipano al circuito per il titolo mondiale. Nel Femminile la migliore italiana, sempre sulla carta, è Elisa Cassi, 36ma, che ha ben figurato in Nazionale alle scorse Olimpiadi di Chennai, che si sono svolte tra luglio e agosto.

In gara anche la Campionessa Under 18 Sara Gabbani e la quindicenne Giulia Sala, grande promessa degli scacchi italiani. La prima del ranking di partenza è un’altra giocatrice già affermata ad altissimi livelli, la bulgara Nurgyul Salimova.

I Mondiali Under 20 non saranno l’unico evento scacchistico di prestigio in programma in Sardegna quest’anno. Tra poco più di un mese infatti, precisamente il 12 novembre, si aprono a Cagliari i Campionati italiani Assoluti, Femminili e Under 20, dove i nostri migliori giocatori si contenderanno i titoli italiani in palio.

(continua dopo la pubblicità)

Federazione Scacchistica Italiana

La Federazione Scacchistica Italiana (FSI) è nata il 20 settembre 1920, e organizza tutte le attività scacchistiche italiane tra cui i Campionati italiani e l'attività delle Nazionali. Conta oltre 16 mila tesserati, a cui vanno aggiunti circa mille istruttori e 300 arbitri. L'attuale Presidente è Luigi Maggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie