Bar Sportsocietà

Ecco perché il matrimonio tra Mister Ralf Rangnick e il Milan, beh è … saltato

Il club rossonero ha deciso di continuare con Stefano Pioli in panchina

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

 

 

Dapprima furono diversità di vedute sul budget, da riservare alla campagna acquisti 2020 – 2021 a creare, tre mesi fa, i primi, piccoli, ma … densi grattacapi tra il calciofilo tedesco Ralf Rangnick e il Milan. Poi a far saltare del tutto la trattiva fu la proposta, firmata direttamente dal plenipotenziario rossonero Gazidis, ecco, di varare, ehm … tentare la convivenza agonistica tra Rangnick, l’attuale (e confermatissimo) mister Pioli, Paolo Maldini e Mascara, praticamente sulla stessa … panca. Prospettiva questa respinta subito a Casa Milan dalla Germania. E così, quello che doveva essere il matrimonio calcistico dell’estate, vale a dire l’unione sportiva tra Ralf Rangnick e, il sodalizio di proprietà, (ma in vendita e occhio alle prossime, future mosse del gruppo Luois Vuitton e di coach Guardiola che proseguirà un altro anno al City) del Fondo Elliot si è rivelato un clamoroso, ma non troppo… nulla di fatto. E adesso?

Maldini e Mascara penseranno al calciomercato, con Ibra che potrebbe restare. Gazidis penserà a mettere a disposizione il denaro da destinare al mercato e Stefano Pioli, allenatore che sul campo, in queste ultime settimane, grazie a prestazioni positive si è guadagnato di restare al suo posto dovrà forgiare, sul campo, la rosa che verrà. Forse per lui il difficile e il belle vengono adesso.

Ah … i primi nodi da dissipare riguardano le conferme del portierone Donnarumma e del laterale sinistro Hernandez: entrambi hanno ottime chance di restare, ma Juventus e Psg non mollano la presa.

(continua dopo la pubblicità)

 

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri   

Due parole su questo sito blank
(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie