Casazza ReportIl LibroNewssocietà

Il destino di Padre Brown di Paolo Gulisano: il prete detective fa carriera

(continua dopo la pubblicità)

20161122_165804

 

 

 

 

“Il destino di Padre Brown”, Edizioni Sugarco, 2011, di Paolo Gulisano mi era sfuggito sino a oggi.

Me ne rammarico, in quanto fonde due mie grandi passioni: il personaggio di Padre Brown e la storia alternativa.

Gulisano, giornalista e scrittore, è un grande esperto di letteratura inglese, in particolare di  J.R.R. Tolkien. Altro suo autore preferito è, com’è facile immaginare, J. K. Chesterton, creatore del prete detective Padre Brown.

Gulisano ama a tal punto lo scrittore londinese da aver fondato la “società Chestertoniana italiana”, di cui è Vicepresidente.

Ne “Il destino di Padre Brown” immagina che, ad un certo punto della sua vita, dopo le ultime indagini di cui Chesterton dà conto, il piccolo prete dell’Essex col cervello fino abbandoni l’attività investigativa per assumere incarichi di sempre maggior rilievo nella gerarchia ecclesiastica, fino a diventare, in un mondo alternativo, Papa Innocenzo XV al posto di Eugenio Pacelli, il Papa Pio XII della storia.

Le vicende della nuova carriera di Padre Brown sono narrate fornendo un affresco preciso e documentato dell’epoca (gli assai movimentati anni che vanno del 1917 al 1939) in cui l’umile sacerdote inglese, dapprima come Monsignore, poi come Vescovo e infine come Cardinale, operando presso la Curia Romana ma effettuando parecchie missioni speciali per l’Europa, svolge un ruolo di primo piano in avvenimenti epocali, quali le rivolte dei cattolici irlandesi o la Prima Guerra Mondiale sul fronte italiano.

Come nella miglior tradizione della storia alternativa, il corso conosciuto degli eventi, con tutti i suoi personaggi reali, rimane invariato, a parte ciò che deve cambiare per l’intervento immaginario, ma verosimigliante, di Padre Brown.

La personalità di questi si arricchisce, rispetto alla figura che compare nei racconti di Chesterton, di spiccate doti dottrinali e pastorali, sicuramente implicite nel personaggio letterario.

Il libro è dunque vivamente raccomandato agli appassionati della buona “ucronia”, con l’avvertenza che (non è un difetto: l’obiettività nell’indagine storica non esiste!) Gulisano propone una lettura “cattolico-centrica” del periodo considerato.

In qualità di estimatore del personaggio di Padre Brown (al punto da aver creato una sua versione italiana, don Patrizio Bruni, ed essere in procinto di cimentarmi in una serie di “apocrifi” che tenteranno di riportare in scena l’originale) non posso esimermi da una considerazione.

Riconosco che Padre Brown, se avesse asceso i gradini della gerarchia ecclesiastica, sarebbe  stato più o meno quello che descrive Gulisano, ma mi rimane un dubbio.

L’anonimo parroco dell’Essex, investigatore quasi per caso, che fa del basso profilo uno stile di vita, avrebbe accettato un cursus honorum di quella visibilità ?

Rino Casazza

LA LOGICA DEL BURATTINAIO E TUTTI I LIBRI DI RINO CASAZZA:

Gli enigmi di Don Patrizio

La logica del Burattinaio, nella mente del serial killer

Bergamo sottosopra. Un’avventura di Auguste Dupin e Giuseppe Giacosa

Il Fantasma all’Opera. Un’indagine in cinque atti con Auguste Dupin.

Le regole del gioco. Un’avventura di Auguste Dupin.

Bart

Tutto in venti ore

(continua dopo la pubblicità)

Rino Casazza

Rino Casazza è nato a Sarzana, in provincia di La Spezia, nel 1958. Dopo la laurea in Giurisprudenza a Pisa, si è trasferito in Lombardia. Attualmente risiede a Bergamo e lavora al Teatro alla Scala Di Milano. Ha pubblicato un numero imprecisabile di racconti e 15 romanzi che svariano in tutti i filoni della narrativa di genere, tra cui diversi apocrifi in cui rivivono come protagonisti, in coppia, alcuni dei grandi detective della letteratura poliziesca. Il più recente è "Sherlock Holmes tra ladri e reverendi", uscito in edicola nella collana “I gialli di Crimen” e in ebook per Algama. In collaborazione con Daniele Cambiaso, ha pubblicato Nora una donna, Eclissi edizioni, 2015, La logica del burattinaio, Edizioni della Goccia, 2016, L’angelo di Caporetto, 2017, uscito in allegato al Giornale nella collana "Romanzi storici", e il libro per ragazzi Lara e il diario nascosto, Fratelli Frilli, 2018. Nel settembre 2021, è uscito "Apparizioni pericolose", edizioni Golem. In collaborazione con Fiorella Borin ha pubblicato tre racconti tra il noir e il giallo: Onore al Dio Sobek, Algama 2020, Il cuore della dark lady, 2020, e lo Smembratore dell'Adda, 2021, entrambi per Delos Digital Ne Il serial killer sbagliato, Algama, 2020 ha riproposto, con una soluzione alternativa a quella storica, il caso del "Mostro di Sarzana, mentre nel fantathriller Al tempo del Mostro, Algama 2020, ha raccontato quello del "Mostro di Firenze". A novembre 2020, è uscito, per Algama, il thriller Quelle notti sadiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie