Bar Sportsocietà

Rivelazione choc del figlio di Pelé: “Papà è depresso e non esce più di casa”

O Rey continua ad avere difficoltà a camminare per via di un intervento all’anca. E la situazione, a lungo andare, lo avrebbe portato in depressione: “È in imbarazzo, non vuole uscire in strada, farsi vedere, praticamente non lascia mai la casa” dice il figlio Edinho

 

Pelé è depresso e non esce più di casa. Tutto a causa dell’ultimo intervento all’anca, in seguito al quale continua ad avere difficoltà a camminare. Lo rivela il figlio Edinho, che spiega: “È in imbarazzo, non vuole uscire in strada, farsi vedere, praticamente non lascia mai la casa”.

LA DEPRESSIONE – Edinho, ex portiere del Santos, la squadra in cui il padre vinse tutto, ne parla a GloboEsporte.com, in cui spiega la precaria condizione del genitore: “Ha questo problema di mobilità, che finisce per provocare una certa depressione. Lui è sempre stato una figura così imponente, e oggi non può più camminare correttamente. Ma va bene, a parte questo e i problemi dovuti all’età. Non può camminare normalmente, ma solo con il girello. È persino migliorato un po’ rispetto all’uscita più recente” quando era stato fotografato su una sedia a rotelle. “Ma ha ancora molte difficoltà a camminare. Per questo motivo, ha perso la voglia di uscire di casa”.

SIMBOLO DEL CALCIO – Pelé, al secolo Edson Arantes do Nascimento, è il simbolo del calcio. Unico calciatore ad aver vinto tre mondiali, nel 1958, nel 1962 e nel 1970, quando il Brasile dominò l’Italia per 4-1. Settantanove anni, la Fifa lo nominò Calciatore del Secolo e il Cio Atleta del Secolo. In nazionale segnò 77 gol in 92 partite. In carriera ne fece 1283. Tutte cifre da capogiro.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close