Italia

Choc a Lecce, Noemi Durini, 16 anni, è stata uccisa dal fidanzato

Choc a Lecce: Noemi Durini, la 16 scomparsa il 3 settembre, è stata uccisa dal fidanzatino 17enne. Lo ha confessato il giovane, che ha poi fatto ritrovare il cadavere – FOTO | VIDEO

Guarda le immagini di Noemi Durini – FOTOGALLERY

IL CASO – Della ragazza non si avevano più notizie. Ma le telecamere di sicurezza di una casa di Specchia avevano acclarato che la coppia era insieme all’alba del 3 settembre, su una Fiat 500 di proprietà della famiglia del fidanzato.

Marco Prato suicida in carcere. L’ultimo biglietto: “Non ho ucciso Luca Varani” – LEGGI | FOTO |VIDEO

LA CONFESSIONE – Interrogato a lungo, il giovane, dopo aver detto di averla lasciata vicino al campo sportivo, è infine crollato e ha ammesso di aver ucciso Noemi, indicando anche il luogo in cui trovarla: il corpo era nascosto in una campagna adiacente la strada provinciale, a Castignano di Leuca, vicino a Capo di Leuca.

Mille uomini a caccia di Igor il Russo, sospettato di tre omicidi: ecco chi è davvero – LEGGI |FOTO VIDEO

INDAGATO IL PADRE DEL FIDANZATO – Risulta che anche il padre del fidanzatino, un uomo di 41 anni, sia indagato per sequestro di persona e occultamento di cadavere. I genitori di Noemi, appresa la notizia del delitto della figlia, sono stati colti da malore. Negli ultimi giorni avevano continuato a lanciare appelli, nella speranza di trovarla viva e riabbracciarla.

Gabriele Sorrentino uccide a martellate i figli di 2 e 4 anni e si suicida: l’ex carabiniere di Trento aveva debiti per un milione – GUARDA

RAPPORTO CONFLITTUALE- I genitori di Noemi non vedevano di buon occhio il rapporto di Noemi col fidanzato, per la natura violenta di quest’ultimo. La madre ne aveva segnalato il comportamento alla magistratura minorile. Tra le immagini al setaccio degli inquirenti anche quelle in cui il ragazzo rompeva, la sera del delitto, i vetri di un’auto a colpi di sedia. L’ultimo post di Noemi su Facebook era sulla violenza contro le donne. E forse, di questa terribile storia, chiarisce molti aspetti: “Non è amore se ti fa male. Non è amore se ti controlla. Non è amore se ti fa paura di essere ciò che sei. Non è amore, se ti picchia. Non è amore se ti umilia…”

Da Angelina Jolie, a Miley Cyrus, a Kim Kardashian e le altre: la campagna choc contro la violenza sulle donne -GUARDA

Edoardo Montolli per Oggi.it

GLI ULTIMI LIBRI DI EDOARDO MONTOLLI:

blankblankblankblankblankblank

 

 

 

Due parole su questo sito blank

Edoardo Montolli

Edoardo Montolli, giornalista, è autore di diversi libri inchiesta molto discussi. Due li ha dedicati alla strage di Erba: Il grande abbaglio e L’enigma di Erba. Ne Il caso Genchi (Aliberti, 2009), tuttora spesso al centro delle cronache, ha raccontato diversi retroscena su casi politici e giudiziari degli ultimi vent'anni. Dal 1991 ha lavorato con decine di testate giornalistiche. Alla fine degli anni ’90 si occupa di realtà borderline per il mensile Maxim, di cui diviene inviato fino a quando Andrea Monti lo chiama come consulente per la cronaca nera a News Settimanale. Dalla fine del 2006 alla primavera 2012 dirige la collana di libri inchiesta Yahoopolis dell’editore Aliberti, portandolo alla ribalta nazionale con diversi titoli che scalano le classifiche, da I misteri dell’agenda rossa, di Francesco Viviano e Alessandra Ziniti a Michael Jackson- troppo per una vita sola di Paolo Giovanazzi, o che vincono prestigiosi premi, come il Rosario Livatino per O mia bella madu’ndrina di Felice Manti e Antonino Monteleone. Ha pubblicato tre thriller, considerati tra i più neri dalla critica; Il Boia (Hobby & Work 2005/ Giallo Mondadori 2008), La ferocia del coniglio (Hobby & Work, 2007) e L’illusionista (Aliberti, 2010). Il suo ultimo libro è I diari di Falcone (Chiarelettere, 2018)

Articoli correlati

Back to top button