Italiasocietà

Giornata Mondiale delle vittime della strada, sit-in a Verona dei famigliari

Musicco: “Il nuovo codice della strada non aiuta a prevenire gli incidenti”

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

Domenica 21 novembre, in occasione della Giornata Mondiale in ricordo delle vittime della strada, decine di famigliari si ritroveranno a Verona, nella prima città d’Italia che ha dedicato una piazza alla memoria, appunto Piazza delle Vittime Della Strada

 

blank

 

A partire dalle 10,30, nella manifestazione promossa da AVISL ONLUS (Associazione Vittime Incidenti Stradali, sul Lavoro e Malasanità), saranno tantissimi a deporre un fiore e un lumino alla base dell’insegna in ricordo dei defunti.

blank
L’avvocato Domenico Musicco

 

Ma sarà anche l’occasione per protestare contro il nuovo codice della strada, che non ha portato a sostanziali differenze nella prevenzione degli incidenti. Spiega infatti l’avvocato Domenico Musicco, presidente di AVISL ONLUS: «Per anni ci siamo battuti, spesso in solitudine, per l’introduzione del reato di omicidio stradale in Italia, un deterrente che ha portato un calo dei sinistri e del fenomeno della pirateria e a pene più certe. Purtroppo il nuovo codice della strada si è rivelato un’occasione persa: si è pensato più ad inasprire le sanzioni amministrative che a dare una vera svolta.

La gran parte degli incidenti mortali è infatti oggi dovuta alla distrazione dovuta alla guida con il cellulare, ma questa non viene tuttora considerata un’aggravante nei casi di omicidio e lesioni stradali. Aumentare le multe non serve a nulla, soprattutto in assenza di controlli da parte delle forze dell’ordine: da noi i controlli sul tasso alcolemico sono un milione l’anno, in Paesi come Germania, Inghilterra e Francia si superano i dieci milioni.

E i controlli sull’uso dello smartphone alla guida sono fermi a circa 35000 annui. Siamo così lontani anni luce dalla “mortalità zero”, che pure è possibile raggiungere con l’educazione stradale, la prevenzione e una politica sulla sicurezza, come accade in Norvegia».

 

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Avisl Onlus

L’associazione Avisl Onlus ha lo scopo di dare assistenza legale gratuita a chi subisce un incidente stradale o ai suoi familiari. E a chi è vittima di incidenti sul lavoro o per responsabilità medica. Sostiene le vittime e i loro familiari nella pratica assicurativa e nel processo penale e civile. Avisl Onlus si avvale inoltre di psicologi, medici legali e consulenti cinematici. Nessuna spesa anticipata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie