Bar SportNotizie flashsocietà

Mister Allegri mi scusi: ma questa Juve così brutta, che lei non vede, è vera?

Senza mai tirare in porta, Juventus eliminata, giustamente dall’Inter

L’analisi di Allegri sulla partita: “Nel complesso abbiamo fatto una buona partita. Non siamo vuoti di energie, abbiamo la semifinale d’Europa League, dobbiamo lavorare con cattiveria. Non ho schierato Danilo per farlo riposare, Bonucci stava meglio e doveva rientrare. Dovevamo fare meglio, ci abbiamo provato. Dispiace, ma per 60 minuti, contro un Inter forte abbiamo fatto una bella partita, ora servono spalle larghe. Tutto passa e poi si aggiusta. Chiesa e Di Maria dall’inizio senza una punta? Milik aveva fatto un ottima partita col Napoli, ma doveva recuperare”. 

100 Fatti Incredibili Sul Calcio – GUARDA

blankblank

 

Il serbo, lo svizzero e lo spagnolo: i Big Three della storia del tennis – GUARDA

Così ha parlato mister Allegri, dopo la brutta semifinale di San Siro, persa dalla Juve per 1 rete a 0. Ora, ma che match ha visto il trainer juventino? Mai la sua squadra ha impensierito i padroni di casa, con Locatelli, che non è un playmaker, schierato ancora nel ruolo di regista. Perché non schierare dall’inizio Fagioli e Iling Junior? Brutta, molle, sfiduciata, tatticamente confusa, senza idee, improvvisata, insomma la Juventus non ha fatto nulla per passare il turno.

Discorsi da Bar Sport: ecco i Top e Flop di Serie A nel 2023 – GUARDA

Ed è troppo brutta, per essere vera. Cosa fare? Si cambi registro con un nuovo allenatore è un direttore sportivo esperto. 

Stefano Mauri 

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie