Notizie flashSocial Starsocietà

Liliana Segre chiede un incontro con Chiara Ferragni per una causa nobile

Incontrare la Ferragni e chiederle di visitare il Memoriale di Milano, questo l’obiettivo della Segre

(continua dopo la pubblicità)

Chiara Ferragni e Liliana Segre: ecco dove e perché potremmo vederle presto insieme

Grandioso a Milano verrebbe da dire. Leggete un po’ quanto segue…

”Mi piacerebbe molto incontrare Chiara Ferragni e invitarla a visitare con me il “Memoriale della Shoah di Milano”. A dirlo è Liliana Segre, senatrice a vita sopravvissuta alla deportazione nei campi di sterminio nazisti, a margine della sua ultima visita al Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, quello da cui partivano i treni carichi di ebrei e deportati politici diretti ad Auschwitz-Birkenau.

Lei stessa è stata costretta a salire su uno di quei vagoni quando era solo una bambina e oggi ha fatto della testimonianza la sua missione, affinché gli orrori del nazifascismo non si ripetano: per questo ha voluto appellarsi all’imprenditrice digitale seguita da milioni di persone in tutto il mondo affinché usi il suo “potere” di influencer per far avvicinare i più giovani al Memoriale della Shoah.

“Conosco Chiara Ferragni, so che vive a Milano e so quello che fa. Ho visto che si è impegnata col marito su diversi temi di importanza sociale, è sicuramente una donna attenta anche a argomenti diversi da quelli che riguardano il suo lavoro legato alla moda – ha spiegato Liliana Segre a Repubblica -. Quindi, perché no? Sarebbe interessante conoscerla e poter venire magari assieme qui, davanti a questa grande scritta ‘Indifferenza’ che io ho voluto fosse messa all’ingresso del Memoriale proprio perché è questo oggi il problema da risolvere”.

“Fedez facci fallire”: l’augurio speciale di “Quelli di Taffo” al rapper operato a Milano – GUARDA

blank
Clicca sulla foto e vai alla cover di Chiara Ferragni

Fedez, la telefonata di Vialli alla vigilia dell’operazione e la prima colazione dell’artista – GUARDA

Il fatto che i ragazzi conoscano poco questo luogo e le storie che vi sono custodite, è il mio cruccio. Questo mi addolora, quando mi tocca ricordare che cosa ho vissuto io e cosa hanno vissuto milioni di ebrei, condannati per la sola colpa di esser nati – ha proseguito la senatrice – Se i giovani non arrivano, è stato tutto inutile? Se Chiara Ferragni venisse qui con me, molti adolescenti si interesserebbero a questo argomento e verrebbero qui a vedere quel che è successo a me e a tanti altri, fra cui i tanti che non sono mai tornati dal viaggio verso l’orrore”.

Stefano Mauri

 

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie