Bar SportNotizie flashsocietà

Cassano, una furia: “Capello, Mourinho, Allegri e Simeone il vostro non è calcio”

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

Antonio Cassano, l’ex fantasista a metà del calcio italiano, è senza freni: “O studi o fai brutte figure oggi, salvo Mancini”

cassano

Nelle scorse ore alla Bobo Tv, l’opinionista, aspirante direttore sportivo ed ex fantasista (a metà poichè avrebbe potuto fare di più nel football) Antonio Cassano, nel sottolineare la necessità di mettere in archivio il calcio di Fabio Capello e Massimiliano Allegri, ha parlato anche di quanto accaduto all’Italia, prima con la vittoria degli Europei 2020 e poi con la mancata qualificazione al Mondiale 2022.

Antonio Cassano: “Juve – Inter? Brutto match di wrestling. E Allegri non mi chiama più” – GUARDA

cassano

“Il calcio è andato avanti, – ha detto – se non studi rimani troppo indietro e fai figure di merda. Ed è quello che stiamo facendo in Europa, come squadre e Nazionale. Bisogna studiare altrimenti fai come Simeone e Allegri”.

ALLEGRI

Cassano tuttavia, non ha voluto dare la colpa al c.t. azzurro Roberto Mancini per la recente eliminazione dell’Italia dal Mondiale in Qatar “Esclusa l’epoca di Mancini, con l’Italia abbiamo fatto ridere. Penso che Capello abbia voluto fare un assist ad Allegri, presumo sia suo amico. L’Inter di Mourinho aveva grandi giocatori sì, ma 28 giocatori davanti alla linea di porta, quel calcio è finito”, ha concluso.

Cassano: “Morata meglio di Vlahovic, ma fa il terzino. Con Allegri la Juve non giocherà mai bene” – GUARDA

blank

Insomma: da Capello a Mourinho, passando per Simeone e Allegri… il Cassano nazionalpopolare, beh non ha risparmiato nessuno. Ma ha davvero ragione lui?

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie