Notizie flashPoterisocietà

“Demos”, il documento anonimo che circola in Vaticano contro Papa Francesco

Chi trama e rema contro il Papa in Vaticano? Oppure c'è sotto qualcosa d'altro e di concreto?

(continua dopo la pubblicità)

 

Papa Francesco nel mirino di un memorandum anonimo denominato Demos. Ecco cosa dice

PAPA FRANCESCO

Papa Francesco la baciò sulla testa, Gianna Masciantonio guarisce dal tumore al cervello. Miracolo? – GUARDA

Qualcuno trama contro il Papa Francesco? A chi danno fastidio certe svolte prese dall’attuale guida della chiesa cattolica? Già fanno rumore certe frasi, eccone un estratto: “Questo pontificato è un disastro sotto molti o più aspetti, una catastrofe”.

Inizia così a quanto pare, un memorandum che circola da qualche giorno tra i cardinali. Un chiaro atto di accusa contro Papa Francesco. Ignoto l’autore del documento, che si è firmato “Demos”, ossia “popolo” in greco.

Pur non essendo venuto allo scoperto, pare – come riporta il settimanale L’Espresso – che si tratti di un profondo conoscitore della materia. Non si può escludere che sia egli stesso un cardinale.

“Così Bergoglio mi salvò la vita dai narcos” – GUARDA

PAPA FRANCESCO

COMPLOTTO IN VATICANO – GUARDA

(continua dopo la pubblicità)

Le accuse a Papa Francesco

Sotto la lente dell’inquisitore ci finiscono innanzitutto i problemi economici: “La situazione finanziaria del Vaticano è grave. Negli ultimi dieci anni (almeno) ci sono stati quasi sempre deficit finanziari. Prima del Covid, questi deficit erano di circa 20 milioni di euro all’anno. Negli ultimi tre anni sono stati circa 30-35 milioni di euro all’anno”.

E poi, dito puntato contro Bergoglio: “Il ruolo mutevole di papa Francesco nelle riforme finanziarie è un mistero e un enigma”.

Papa Raztinger choc: “Vogliono silenziarmi, ma non intendo analizzare i veri motivi per cui lo fanno” – GUARDA

blank

Papa Ratzinger, attacco alla riforma: “Il celibato dei sacerdoti è indispensabile” – GUARDA

Le accuse contro il Santo Padre riguardano anche il modo in cui sarebbe stato gestito il caso Becciu: Il cardinale Becciu non è stato trattato con giustizia perché è stato rimosso dal suo incarico e privato delle sue dignità cardinalizie senza alcuna prova. Non ha ricevuto il giusto processo. Tutti hanno diritto a un giusto processo”. E ancora: “Il Papa a volte, se non spesso, governa con decreti pontifici, motu proprio, che eliminano il diritto di appello delle persone colpite. Molti membri del personale, spesso sacerdoti, sono stati sbrigativamente cacciati dalla curia vaticana, spesso senza una valida ragione”.

Queste le principali accuse, mosse contro il Santo Padre, dall’anonimo dossier che, a quanto pare, starebbe girando tra gli stessi cardinali che animeranno il prossimo Conclave. Intanto, Papa Francesco, domenica scorsa, durante l’Angelus, non ha usato mezze misure per chiedere la fine della guerra tra Russia e Ucraina, questo l’accorato appello: “In nome di Dio fermate questo massacro”.

Per carità: nessuno è infallibile, nemmeno l’attuale Vescovo di Roma, ma tanto accanimento diretto nei suoi confronti suona quantomeno strano, no?

Stefano Mauri

 

(continua dopo la pubblicità)

 

 

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Adblock Detected

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie