Notizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Ma a chi è piaciuta la canzone furba, di Fedez con Emis Killa, dedicata (o no?) a Chiara Ferragni?

Sexy Shop si fa ascoltare, ma non piace a tutti. Ma in fondo, conta arrivare al pubblico e vendere, no?

Chiara Ferragni non avrebbe (e non sarebbe la sola) particolarmente apprezzato “Sexy Shop”, la nuova canzone di Fedez in cui il rapper fa riferimenti espliciti al loro matrimonio finito. A farlo sapere l’esperta di gossip Deianira Marzano, che sembrerebbe essere diventata la migliore amica, (o confidente, fate voi) dell’imprenditrice digitale dopo il pandoro gate. “Certo che ci sentiamo ancora.

blank

L’ho contattata in questi giorni e le ho detto ‘che disagio quella cosa che ha fatto il tuo ex con Iovino’. Si parlavo di quello che è successo e del fatto che forse si sono accordati. – ha detto Deianira a Radio Marte – Comunque lei mi ha risposto: ‘Ma anche la canzone che disagio’. Quindi abbiamo il commento di Chiara alla canzone di Fedez, è una mia esclusiva. Mo quello si offende per la reazione di Chiara. La canzone però è sempre una dedica, non è una cosa brutta. Uno ti pensa e ti scrive un brano”. Già, ma a voi è piaciuta l’ultima, furba (sfrutta il gossip) hit di Fedez con Emis Killa?

Stefano Mauri  

 

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie