MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Carlo Conti direttore artistico e presentatore del Festival di Sanremo.

Il volto storico Rai all'Ariston per le edizioni 2025 e 2026. E per lui è un ritorno

Carlo Conti: “Io a Sanremo? Ci vuole orecchio, non so se il mio funziona ancora. Il Festival è cambiato, vince la scelta musicale”Ricordate? Così aveva parlato tempo fa carlo Conti. E ora, il sussurro lanciato, lo scorso mese di febbraio dal sito, informato sui fatti, Dagospia è ufficiale: Carlo Conti è il nuovo direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo. Lo “storico” volto Rai ha avuto l’incarico per le edizioni 2025 e 2026 dopo “la decisione unanime dei vertici Rai”, come si legge in un comunicato di viale Mazzini. Finisce così l’attesa del nome destinato a prendere il posto di Amadeus dopo cinque edizioni di straordinario successo. Per Carlo Conti un ritorno all’Ariston dopo dieci anni: sue le edizioni 2014, 2015 e 2016. Questa volta non si tratta di un semplice ritorno ma di una sfida importante, con l’obiettivo di continuare a scoprire, valorizzare e promuovere le nuove tendenze musicali. “È già partito il tam tam, mi sta squillando il telefonino. Mi fa molto piacere: i conti tornano”, scherza emozionato Conti commentando la notizia, in diretta al Tg1.”Torno a Sanremo dopo sette anni, cercherò di riprendere quel lavoro fatto e portato avanti alla grande dalle due edizioni di Baglioni e alla grandissima dalle cinque di Amadeus. La musica come sempre al centro, quella attuale, che piace, speriamo di fare un bel lavoro e di continuare la meravigliosa tradizione di questo evento che mette tutti insieme, tutta la famiglia di fronte dalla tv”, sottolinea il conduttore.

Stefano Mauri

 

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie