MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Emma Marrone: “Affogare il cuore nello Chardonnay, non è da Femme Fatale”. Che magia la nuova canzone

La Regina del Pop è già la protagonista in musica dell'estate 2024 in rampa di lancio

Emma Marrone reduce dal Festival di Sanremo, dove ha incantato, emozionato, fatto cantare e ballare con Apnea, certificata Disco di platino, è quindi tornata, per caratterizzare l’estate a modo suo, con la nuova hit: Femme Fatale. E per lanciare la canzone su Instagram, nei giorni scorsi, Emma Marrone ha postato un video meraviglioso, commovente, vero (come lei) in cui rivive un momento dolce della sua infanzia, immagini, scene dove si rilassa a letto insieme al fratello Francesco. E nel video di Emma entra in scena pure la voce fuori campo del padre, Rosario, che chiama la figlia con il soprannome che, ha spiegato più volte la cantante stessa, le hanno sempre dato in famiglia: “Chicca, cosa dici?”. In tutta risposta la bambina si gira di schiena alla telecamera e dice: “Ho sonno”. Il siparietto divertente lascia poi spazio a una ripresa in cui il padre di Emma Marrone si riprende grazie a uno specchio, salutando in favore di camera.

blank

Un momento dolce e nostalgico, che la cantante commenta con una parte del testo del nuovo singolo, Femme Fatale: “Sembro una bambina / Non c’è la medicina”. Ah… meraviglioso, travolgente, emozionante, pazzesco, sensualmagico, ecco il brano tra l’introspettivo, il dance e la ballata, popmoderna, intimista, la canzonissima di Emma è già entrata nei nostri giorni. E non vuole uscire, con quel passaggio: “Affogare il cuore nello Chardonnay non è da Femme fatale” che, fa subito Chardonnay, estate e magia!

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie