MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Vasco Rossi saluta Gabri: “Mai pensato che se ne sarebbe andata prima di me”

Il Blasco, 'Ribelle Gentile' premiato dalla Fondazione Il Vittoriale, ricorda la sua ex fidanzata volata in cielo

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

“Non avrei mai pensato che la Gabriella se ne sarebbe andata prima di me. Caro Lorenzo tua mamma sarà sempre viva nei nostri ricordi più belli. Ti abbraccio forte… Ti sono vicino… E ti voglio bene”. Vasco Rossi saluta così la sua Gabri, Gabriella Sturani, colei la quale ispirò la canzone del ‘93 e con cui ha avuto il figlio maggiore Lorenzo che lo ha reso nonno di due nipotine. Ricordate? La donna aveva raccontato qualche tempo fa la storia d’amore che l’aveva legata al rocker, due anni insieme tra il 1983 e il 1985  poi era rimasta incinta e aveva deciso di avere il figlio da sola. Nel 2003 poi , il Blasco lo aveva riconosciuto. Intanto con la seguente motivazione: “Un ribelle gentile capace di mantenere intatta la passione, di incantare generazioni, specchiarsi nelle proprie ombre e tornare alla luce usando la bussola dell’audacia”, Vasco Rossi ha vinto il XV Premio del Vittoriale. Il riconoscimento viene conferito dalla Fondazione Il Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera (Brescia), che custodisce la casa-museo di Gabriele d’Annunzio, a personalità di spicco nei più disparati ambiti del sapere – dal cinema alla scienza, dalla musica alla medicina – che abbiano lasciato, e continuino a lasciare, una traccia importante del loro operato. Chapeau Vasco.

 

Stefano Mauri  

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie