Notizie flashSocial Starsocietà

Grazie alla Cantina Caleffi, la provincia di Cremona è nell’Italia Di…Vina che conta

Davide ed Emanuele, imprenditori che sanno ancora sognare, sono stati premiati da Forbes Italia

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

Forbes a Milano ha premito le prime 100 eccellenze italiane nel campo dell’Imprenditoria.È stato un onore aver ricevuto questo prestigioso premio, un riconoscimento che ci rende estremamente orgogliosi e testimonia il nostro impegno verso l’eccellenza e l’innovazione.Estendiamo la nostra profonda gratitudine a tutti coloro che ci hanno supportato in questo straordinario viaggio”.

blank
Così postarono Emanuele, Davide Caleffi, e familiari, straordinari imprenditori agricoli cremonesi che sanno ancora sognare. E guardano avanti coi loro vini naturali e la loro agricoltura sostenibile… 
Forbes Italia è l’edizione italiana del magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura economica, leadership imprenditoriale, imprenditoria, quindi Chapeau ai Caleffi. Sita a Spineda, al confine tra la Provincia di Cremona e Mantova, la cantina cremonese  è appunto gestita dai fratelli Davide ed Emanuele che da anni coltivano la storica vigna di famiglia, passata, nel tempo, da padre in figlio. Realizzare un vino di qualità, prodotto nel rispetto della vite e dei tempi naturali di vinificazione, recuperando il metodo di produzione ancestrale della rifermentazione in bottiglia, è da sempre la filosofia della Cantina Caleffi. Secondo Forbes… innovazione, eleganza e ricercatezza costituiscono i valori distintivi della Wine experience d, impresa vitivinicola che affonda le proprie radici agli inizi del ‘900. Una realtà nella quale tradizione e sguardo al futuro convivono armoniosamente in una lingua di terra appartenuta alla storica famiglia principesca dei Gonzaga, ai confini tra le province di Mantova e Cremona. Dal cru dei vitigni autoctoni nascono vini naturali, ottenuti vinificando le uve di Malvasia di Candia e Lambrusco mediante metodo ancestrale e classico, ai quali si affianca il Cabernet Sauvignon. La strada verso l’eccellenza ha portato i vini ad essere scelti da prestigiosi ristoranti della guida Michelin, accompagnando le più raffinate espressioni del talento enogastronomico. L’apprezzamento crescente dei mercati internazionali e una Value proposition arricchita da percorsi ed esperienze esclusive con partner di prestigio, costituiscono l’essenza dell’attività odierna nonché la direttrice per lo sviluppo futuro. Attore protagonisti dell’associazione

FIVI  vale a dire la Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti, i Caleffi sono Grande Bellezza Italiana.

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie