Bar SportNotizie flashSocial Starsocietà

Juventus nervosa e noiosa. Allegri è bravo, ma questa è ancora la sua Juve?

Anche contro il Genoa, i bianconeri a Torino non riescono a vincere.

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

Dusan Vlahovic è stato espulso al 93′ (sarà multato) del match all’Allianz Stadium tra Juve e Genoa, terminato sullo 0-0. Un’escalation di tensione ha fatto rimediare all’attaccante serbo due cartellini gialli nel respiro di un minuto dall’arbitro Giua. Mentre usciva dal campo Vlahovic si è rivolto alla panchina provando a spiegare ciò che era accaduto.

blank

Dal labiale catturato dalle telecamere sembra piuttosto evidente dica: “Gli ho detto bravo”. Vlahovic salterà Lazio-Juve. Invece, finita la partita, mister Massimiliano Allegri, durante le consuete interviste post gara ha discusso con lo studio di Sky Sport. Questo lo sfogo del trainer: “Siamo terzi o no? Non sapete come si fa l’allenatore“… Insomma, questa Juventus è una noia, ma non c’entra la canzone di Angelina Mango, trionfatrice al Festival di Sanremo 2024. E i bianconeri sono pure nervosi. Bisogna mettere in cassaforte la qualificazione in Champions e ripartire, finalmente da zero. Capitolo tecnico? Massimiliano Allegri è un bravissimo allenatore, ma questa forense non è più la sua Vecchia Signora, no?

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie