MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Emma Marrone ‘spacca’ col video ‘body positivity’ e nella rivisitata canzone ‘In Italia 2024’ di Fabri Fibra

Prosegue il momento magico dell'artista salentina reduce da un Festival di Sanremo super in 'Apnea'

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

“Sei nato e morto qua”… canta, con le arcate della parte nuova del cimitero di Busto Arsizio sullo sfondo, Emma Marrone. Che appunto sono state girate in parte anche al camposanto bustocco le riprese del nuovo video di “In Italia 2024”, l’ultimo singolo di Fabri Fibra, con ‘ospiti’ appunto Emma e Babygang. Intanto, “In Italia sta montando sui social la polemica contro l’amministrazione comunale, per aver dato la possibilità, di girare alcune scene del video di “In Italia 2024” proprio al cimitero. Ma in tal senso l’assessore ai cimiteri Mario Cislaghi placa la polemica: “Non è stato facile prendere questa decisione che è in capo a me e al sindaco. La società che ha realizzato il video è stata brava perchè il luogo è stato rispettato così come la privacy. È stato scelto per la particolare architettura di Richino Castiglioni che dovrebbe essere un vanto per la città. Le polemiche ci stanno, meno gli insulti. E non c’è stato nessun compenso”.

blank

Nei giorni scorsi invece, avvolta in un vestito di velluto verde chiaro che la fasciava come una seconda pelle, sempre Emma, da Londra, prima di uscire con gli amici, ha sostenuto un fit check davanti allo specchio (e alla fotocamera del telefonino) per mostrare ai fan che in questo caso sotto il vestito, qualcosa c’è. Nel caso specifico, l’intimo di Skims, la linea di lingerie contenitiva e modellante firmata da Kim Kardashian; ecco i contenuti del video: “Allora, fit check per andare a diffondere il culto anche a Londra – (dice e racconta la 39enne artista nel divertente filmato social). Un bel vestito verde, da figa… Sotto ci ho messo uno di quei trabiccoli della Kim, che se non altro, invece di stare così (con la schiena curva), ti aiutano a stare così (con la schiena dritta, ndr). Consigliatissimi. Vi spreme pure l’anima, però tiene, ci sta”.

blank

E il video, portatore sano di body positivity prosegue illustrando il resto del look, dallo stivale nero (“alto ma non troppo, perché è un attimo dal passare da ragazza figa che sa quello che vuole a pterodattilo in cerca di cibo”), alla sciccosissima borsettina arancio fluo (“che dà luce a questa giornata piovosa e grigia di Londra”).

Stefano Mauri

 

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie