Bar SportNotizie flashSocial Starsocietà

Prove tecniche di separazione tra mister Massimiliano Allegri e la Juventus a fine stagione?

La società bianconera sta pensando sul serio a una svolta tecnica? Thiago Motta intriga, Conte piace...

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

Prove tecniche di divorzio consensuale tra la Vecchia Signora e il suo ‘cavaliere’ tecnico Massimiliano Allegri? Mah… da più parti arrivano sussurri in tal senso.

blank

Massimo Brambati, ex calciatore e procuratore, ha parlato a TMW Radio, durante Maracanà. Ecco le sue dichiarazioni sull’attualità tecnica bianconera: “A me hanno detto che in questo periodo uno si dovrebbe già mettere a tavolino in una società importante come la Juve e delineare dei programmi, che non sono solo il contratto dell’allenatore ma anche il futuro della società a livello tecnico. Invece pare che Giuntoli non si sia seduto con Allegri. E pare ci sia stato un contatto con Thiago Motta. Pare che alla Juve stiano anticipando la chiusura del contratto con Allegri. Forse stare troppo in un ambiente le motivazioni vengono anche meno. E’ vero che lo conosci bene un ambiente, ma poi forse se ti senti in una comfort zone non dai il massimo. Quando comincia a non avere più in mano i giocatori, conviene davvero cambiare aria. Forse la proprietà si è intestardita e ha pensato che tutti gli Scudetti li ha vinti lei e non i calciatori e l’allenatore. C’è stata una sorta di onnipotenza che ha colpito il club, non la proprietà. Forse non riesce a trovare il bandolo della matassa, non basta solo Giuntoli ma altre persone. Per me l’uomo giusto è uno, che vuole tornare e non mette davanti il proprio ego. E ci sono pochissime possibilità che torni, pari a zero. Con tutto il rispetto che ho per Thiago Motta, tra lui e Conte non c’è paragone. Con Conte non rischi nulla, se cadi, cadi in piedi”.

blank

Ora comunque è tempo di Juve – Frosinone, in difesa, Allegri non avrà sicuramente Danilo mentre torna a disposizione Bremer dopo aver scontato la squalifica. Servono punti, a questo punto della stagione, passi importanti verso un posto in zona Champions League.

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie