Bar SportNotizie flashSocial Starsocietà

Ma non è che Massimiliano Allegri non fa più ‘Allegrate’ poichè questa Juventus non glielo consente?

I pareri di due calciofili: l'opinionista Massimo Brambati e il giornalista Ivan Zazzaroni, sulla crisi della Juve

(continua dopo la pubblicità)
(continua dopo la pubblicità)

Reduce da sconfitte pesanti, prestazioni così, così e dal pareggio di Verona, la Juventus è in crisi. E l’opinionista – calciofilo Massimo Brambati ha fotografato l’attualità bianconera nel seguente modo: Massimiliano Allegri ha deluso perché a mio avviso è stato lui che ha rotto il meccanismo e quell’entusiasmo che c’era. La Juve non avrebbe mai potuto vincere il campionato, lo dico dall’inizio. Arrivare quarti vale come la Champions per la Juve, Allegri ha sempre dato questo come obiettivo, ma sono stati i giocatori che hanno pensato di essere all’altezza vedendo i risultati. Allegri doveva venirne fuori con l’esperienza invece ha toccato degli equilibri che si erano creati ed ecco il risultato. Non ha fatto l’Allegri quando doveva fare la differenza. I punti che mancano non sono quelli con l’Inter, che ha dimostrato di essere superiore in tutto, ma nelle altre tre sfide forse è andato in confusione. Ha fatto errori che di solito non fa”.

juve

Intervenuto sulle colonne del Corriere dello Sport, il direttore Ivan Zazzaroni ha invece commentato così il pareggio della Juventus contro il Verona: “A un certo punto – Chiesa fuori causa per infortunio – Allegri ha dato fiducia a Yildiz, Vlahovic ha cominciato a segnare e ho letto che col turco Dusan si trovava meglio per una questione di connessioni più naturali e generosità del compagno. E che, inoltre, il gioco della Juve era decisamente migliorato. Balle. Non appena la Juve ha perso qualche punto ci si è chiesti come mai Allegri non facesse giocare Chiesa al posto di Yildiz. Olé. E c’era anche chi ipotizzava l’impiego del tridente in una struttura che non lo regge a lungo. A Verona il tentativo è durato pochi minuti. Chiudo con l’appunto degli appunti: Allegri non migliora i giocatori. Al secondo posto dietro l’Inter e davanti al Milan, all’Atalanta, alla Lazio, al Napoli e alla Roma con i vari Cambiaso, Gatti, McKennie, Yildiz, Miretti, Kostic, Alex Sandro e Weah chi era arrivato? Lo spiritosanto?” Detto ciò, per dirla alla Zazzaroni, senza dimenticare il pensiero di Brambati, ecco non è che, semplicemente, mister Allegri non fa più ‘Allegrate’, poiché la rosa della sua attuale Vecchia Signora non glielo consente?

Stefano Mauri

Quando i lettori comprano attraverso i link Amazon ed altri link di affiliazione presenti sul sito - nei post in cui è presente un prodotto in vendita - Fronte del Blog potrebbe ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione.

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie