MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Il fenomeno Geolier ha acceso e colorato di magia il Festival di Sanremo

Il rapper napoletano si giocherà il primo posto con Angelina Mango e Annalisa

(continua dopo la pubblicità)

Geolier si è imposto nella sfida delle cover, con un medley proposto con Guè, Luchè e Gigi D’Alessio. Il verdetto, accolto da fischi all’Ariston, lo ha visto precedere Angelina Mango, frutto del voto di televoto, giuria delle radio e sala stampa e arriva al termine di una serata che si conferma un viaggio nella memoria collettiva, un karaoke gioioso e insieme un’affettuosa cavalcata attraverso i ricordi e fra le generazioni, che fa impazzire pubblico e social.

Poi in top five Angelina Mango, Annalisa con La Rappresentante di Lista e Coro Artemia, Ghali con Ratchopper, Alfa con Roberto Vecchioni.

blank
Ah gli italiani ascoltano sulla piattaforma digitale quello che poi votano? Per ora, ‘I pe’ me, tu pe’ te’ ha totalizzato più stream dei pezzi delle altre due favorite Annalisa e Angelina Mango. Si annuncia una finale incandescente, tra i protagonisti, dietro le quinte i compositori Davide Simonetta da Bagnolo Cremasco e Michele Zocca (Michelangelo) da Cremona, entrambi nello staff che ha composto il pezzo di Geolier. Simonetta ha scritto poi purè Sinceramente di Annalisa. Comunale Geolier, le polemiche fanno parte del gioco, è il fenomeno di questa 74esima edizione del Festival di Sanremo.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie