MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Annalisa: “I sogni sono pericolosi, ma il mio si è avverato con la musica”

Sinceramente sta andando forte, il video girato a Milano

(continua dopo la pubblicità)

La porta a bussola trasparente gira… Annalisa varca la soglia di un hotel a Milano, la città dove è stato girato il video di Sinceramente, il brano che l’artista ligure ha presentato al Festival di Sanremo 2024. Nel videoclip, girato diretto da Giulio Rosati e prodotto da Borotalco.tv, la cantante gita tra gli gli ambienti del Westin Palace Milan: l’hotel a cinque stelle posizionato in Piazza della Repubblica 20. Quindi, a pochi passi dalla stazione centrale, anticipando le vie del centro, l’albergo di lusso della famiglia Marriott è la location di un cortometraggio di 3 minuti e mezzo che abbina le immagini a uno dei pezzi musicali (tormento) dei prossimi mesi, con Sinceramente, miglior debutto di una cantante donna in Italia su Spotify, che sta appunto andando molto bene. Nella serata dei duetti ha cantato, con la Rappresentante di lista, Sweet dreams degli Eurythmics.

blank
Ecco, direttamente da Annalisa, il perché di questa scelta: “Questa canzone parla di sogni.
I sogni sono pericolosi perché sono forti, e come dice la canzone a volte ti travolgono, ne siamo dipendenti, ma è una dipendenza bellissima, io sono qui perché il mio sogno della musica si è avverato. Un sogno che perseguo da quando era piccola, quando studiavo canto, quando ho iniziato a scrivere le mie canzoni, io ragazzina di provincia. Lo inseguo da 13 anni questo sogno, è stato un percorso pieno di sfide”.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie