Bar SportNotizie flashSocial Starsocietà

E’ Thiago Motta il trainer giusto per la nuova Juventus sostenibile di Cristiano Giuntoli?

Massimiliano Allegri è un bravo allenatore, ma non è più la sua Juventus questa

(continua dopo la pubblicità)

Il tecnico Massimo Carrera, ex difensore della Juventus e collaboratore di Antonio Conte sulla panchina bianconera, ha rilasciato un’intervista in esclusiva a IlBianconero.com. Eccone uno stralcio…

La prima Juventus di Conte recuperò punti in classifica e vinse, i bianconeri possono ripetersi?
Situazione diversa perché quella attuale è una squadra non rodata come era la nostra, con ragazzi meno abituati a questo tipo di partite.

Conte e il discorso motivazionale alla squadra, serve quello a questa Juve?
Penso che Allegri sia in grado di fare discorsi come Conte, il problema è che è una squadra di giovani meno abituata alle pressioni.

Lippi e Allegri, il primo è amato da tutti i tifosi della Juve, Max invece divide…
Creso sia una questione di gioco, penso sia quella la differenza che ci sia. La Juve di Lippi vinceva facendo un bel calcio. E’ normale, quella era un’altra Juve, con più qualità, abituata a vincere competizioni.

Come vede un ritorno di Del Piero in società? 
Una figura che abbia avuto un passato come giocatore e che faccia il dirigente serve, ma non solo per la Juve, per tutte le squadre.

allegri

Ebbene, dato a Carrera, ciò che è di Massimo, a questo punto, beh forse una considerazione va fatta ed è la seguente. Massimiliano Allegri (impossibile che il Max decida di cominciare la prossima stagione con il contratto in scadenza, no?)  è un trainer vincente, ma questa Juve è cambiato tanto, troppo. Forse, l’allenatore ideale per questi bianconeri è mister Thiago Motta che a Bologna sta facendo bene. E benissimo potrebbe fare nella Vecchia Signora sostenibile che dovrà costruire il Deus Ex Machina Cristiano Giuntoli.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie