MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Emma Marrone pronta a lasciare senza fiato e in ‘Apnea’ il Festival di Sanremo

E con Bresh, l'arista pugliese, cantando Tiziano Ferro infiammerà il teatro Ariston nella serata Cover

(continua dopo la pubblicità)

“Apnea parla di un’emozione bellissima, così bella da togliere il respiro: rivedere dopo tanto tempo una persona importante, raggiungere un obiettivo per cui si è lavorato a lungo e con dedizione, abbandonarsi a un bacio intenso quando c’è un’intesa speciale…
Da mercoledì a sabato ci vedremo qui a Sanremo, davanti al mio hotel, e ogni giorno ci daremo appuntamento per restare per un po’ tutti senza fiato. Per ora non aggiungo altro, voi tenete d’occhio le mie storie”.

blank

Così postò via social Emma, appunto protagonista al Festival, con un pezzone scritto da Paolo Antonacci, Davide Petrella e Julien Boverod (noto come Jvli).  Emma Marrone si presenterà a Sanremo in gran forma, fedele all’evoluzione artistica intrapresa con ‘Souvenir’. Fin dai primi istanti in studio, durante la creazione di ‘Apnea’, l’artista ha avvertito che sarebbe stata la canzone giusta per esprimere la sua arte sul palco dell’Ariston, per emozionare e lasciare senza fiato il pubblico. Nella serata dedicata alle cover, il 9 febbraio, Emma Marrone renderà omaggio a Tiziano Ferro, suo grande amico e fonte d’ispirazione nel corso degli anni. Accanto a lei, il rapper e cantautore genovese Bresh, per un medley dei successi di Ferro che intreccerà i generi pop e urban in una performance sorprendente.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie