Bar SportNotizie flashSocial Starsocietà

La Juventus pensa allo Scudetto, anche se l’Inter è più forte e pensa a un grande futuro

Massimiliano Allegri e Cristino Giuntoli sono gli autentici fuoriclasse bianconeri

(continua dopo la pubblicità)

La Juventus che ha battuto in trasferta il Lecce domenica scorsa, momentaneamente si è quindi portata in testa alla classifica. E dietro al primato della Vecchia Signora, soprattutto ci sono due persone, senza togliere nulla agli altri, e rispondono ai nomi di mister Massimiliano Allegri (sa che l’Inter è più forte, ma non molla, provoca i nerazzurri e tiene alta la guardia) e del direttore generale Cristiano Giuntoli. Il primo, dopo aver tenuto in piedi la baracca, tra i tanti problemi, la scorsa stagione, a questo giro sta facendo girare a mille la squadra. Il secondo ha portato serenità ed equilibrio al gruppo.

blank

Intanto, Giuntoli e il suo staff, stanno lavorando per il futuro. Secondo il procuratore – opinionista Massimo Brambati, Madame Bianconera per Soulè e Yildiz ha detto no a maxi offerte provenienti dall’Inghilterra. Per Sky Sport, il club saudita dell’ All Itthiad allenato da Marcelo Gallardo ha manifestato la sua disponibilità ad offrire fino a 30 milioni di euro sempre per Soulè, ma al momento la volontà del fantasista argentino è di concludere la sua prima stagione da titolare in Serie A a Frosinone per poi affrontare il discorso relativo al proprio futuro con la Juventus a giugno. Il portiere dell’Atalanta Marco Carnesecchi, da diverse stagioni è stato sotto osservazione dello staff di scout bianconero, il quale, per quanto riguarda i portieri, è guidato da Claudio Filippi, che riveste un ruolo molto più importante di un semplice preparatore dei portieri per la Juve. In attesa di comprendere il futuro di Mattia Perin, ci sarebbe già un piano che prevede Carnesecchi come vice di Szczesny, per vivere una o due stagioni di crescita sotto l’ala protettiva del portiere polacco. E sempre sull’asse Torino – Bergamo, i bianconeri avrebbero deciso di puntare forte su Teun Koopmeiners dell’Atalanta, e se il club bergamasco ha già fatto sapere che per questa stagione le porte sono chiuse, l’idea è quella di iniziare a ‘opzionarlo’ per la prossima, in un doppio affare che coinvolgerebbe appunto pure Carnesecchi.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie