MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Emma Marrone, con ‘Apnea’, al Festival di Sanremo ci farà cantare, ballare, pensare e amare

Il pezzo sanremese, l'artista dalla voce che graffia l'ha scritto con Petrella, Antonacci (amico fraterno di Davide Simonetta da Bagnolo Cremasco) e JVLI

(continua dopo la pubblicità)

Emma Marrone, sente assai,Capelli corti’, pezzone scritto da lei stessa, insieme ad Andrea Bonomo, Davide Simonetta da Bagnolo Cremasco, con la produzione di Katoo.

blank

E così Emma racconta il brano, contenuto nell’album (va alla grandissima) ‘Souvenir’: “È la canzone manifesto. Dà voce alla mia parte più cantautorale. Ci sono io, le mie battaglie, i bocconi amari che ho dovuto e devo ancora buttare giù ogni giorno, come tante donne del resto. Ma il risvolto è positivo, perché adesso comprendo pienamente tutto quello che merito davvero, e non lo nascondo. Anzi, stilo proprio una lista. In questi giorni, reduce dal trionfale tour ‘In da Club’, l’artista salentina sta preparando il suo ritorno al Festival di Sanremo, dove interpreterà ‘Apnea’, canzone scritta dall’artista insieme con Paolo Antonacci, Davide Petrella e Julien Boverod (in arte JVLI). Dirigerà l’orchestra il Maestro Alberto Cipolla. A Sanremo vedremo la cantautrice salentina, dalla voce che graffia, scatenata e grintosa come mai, con il suo pezzone dal beat incessante nel ritornello, stile anni 80, che non lascia scampo e che ci farà ballare, pensare, cantare, amare, emozionare, fare l’amore. Sì … Emma Marrone all’Ariston lascerà il segno. Questo è poco, ma sicuro.

Stefano Mauri

 

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie