Bar SportNotizie flashSocial Starsocietà

La Juventus in semifinale di Coppa Italia. E il Deus Ex Machina Giuntoli promuove mister Max Allegri: “Spero arrivi a 600 panchine”

E la Vecchia Signora è attenta anche alle occasioni di calciomercato: servirebbe un centrocampista

(continua dopo la pubblicità)

Quindi dopo un’altra goleada di Coppa Italia, dopo i 6 gol rifilati alla Salernitana una settimana fa, ecco i quattro segnati al Frosinone nei quarti. E così la Juventus vola in semifinale contro la Lazio spinta dalla tripletta di Milik e da una nuova magia di Yildiz. Festa perfetta per le 400 panchine di Massimiliano Allegri con la Signora e nuova iniezione di fiducia per la corsa scudetto con l’Inter. Intanto, nel corso di Sky Calciomercato l’Originale, il giornalista Gianluca Di Marzio ha dato nuove indicazioni sul mercato della Juventus: “La Juventus sta provando davvero di fare un colpo a centrocampo a gennaio e nelle ultime ore le parti tra allenatore e staff hanno pensano di fare questo colpo. Non c’è solo Samardzic nel mirino ma anche Ederson dell’Atalanta, considerato il giocatore ideale dal punto di vista fisico e tecnico e la Juventus proverà a fare uno sforzo ma c’è un’Atalanta che vuole provare a fare muro”. Cristiano Giuntoli, invece, Deus Ex Machina della Juventus, così, esaltando mister Massimiliano Allegri, aveva parlato prima del match di Coppa Italia: “Ogni partita rappresenta un esame. Ci permetterebbe di andare in semifinale e di far crescere in autostima tutto il gruppo. Vogliamo fare bene. Allegri? Spero arrivi a 600/700 panchine con la Juve. Lui non ha limiti“.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie