Bar SportNotizie flashSocial Starsocietà

L’opinionista nel pallone Massimo Brambati: “La Juve mi ha impressionato. Inter prima con merito e con episodi a favore”

Per il calciofilo ed ex calciatore il team nerazzurro di Simone Inzaghi è un po' in calo

(continua dopo la pubblicità)

Intervenuto ai microfoni di TMW Radio, Massimo Brambati ha analizzato il momento dell’Inter dopo la discussa vittoria dei nerazzurri contro il Verona: “L’Inter si conferma, anche se a mio avviso nel finale del girone d’andata ha avuto un calo e bisogna menzionare anche l’eliminazione della Coppa Italia. Le prestazioni non brillanti sono coincise con qualche episodio arbitrale a favore, fa pendant col fatto che prima le partite le vinceva in modo strameritato, oggi sta facendo un po’ più di fatica.

massimo brambati
Massimo Brambati

La Juve è quella che mi ha impressionato di più, è la stessa Juve dell’anno scorso e sta facendo qualcosa di inaspettato. Var? Non è colpa della tecnologia, i guardalinee ormai non servono a niente. Leviamoli allora. Ci sono delle situazioni la cui competenza è degli arbitri in campo, è il caso di Genova che contro il Verona. Nasca in Juve-Verona si è andato a vedere la sbracciata di Kean, ha impiegato cinque minuti in quell’occasione, e stavolta non è neanche tornato indietro di qualche secondo. L’espulsione di Maggiore è una chiara compensazione di quei due mancati calci di rigore non fischiati a favore della Juventus”. Così parlò, promuovendo la Juve di mister Massimiliano Allegri, l’opinionista – calciofilo Brambati.

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie