MusicaNotizie flashSocial StarsocietàSpettacolo

Annalisa verso il Festival di Sanremo: “Sinceramente, se mi lasci libera, sono tua”

La Regina del Pop, nella serata 'Cover' dovrebbe esibirsi con la collega Elodie

(continua dopo la pubblicità)

Annalisa, alla sua sesta partecipazione al Festival di Sanremo, torna sul palco dell’Ariston con ‘Sinceramente’. Il brano, dice l’artista, è nato in maniera improvvisa, soprattutto nel testo. Il senso della canzone è: “Se mi lasci i miei spazi, se mi lasci libera di essere come voglio, allora sono tua sinceramente. È un messaggio molto forte, che sentivo di dover far arrivare fuori da me. Provare il brano con l’orchestra? E’ stato un vortice di emozioni”.

blank

Così Annalisa, all’Ariston con un gran pezzo scritto con e per lei da Davide Simonetta, Paolo Antonacci e Stefano Tognini, beh ha descritto la sua vigilia sanremese. Già, il 2023 è stato un po’ l’anno di Annalisa Scarrone: è diventata regina del pop, ha dominato le classifiche e collezionato riconoscimenti e certificazioni brano dopo brano, si è sposata con Francesco Muglia, si è concluso con un concerto su Rai Uno allo scoccare della mezzanotte, tra il countdown di Amadeus e le note delle sue canzoni. Ebbene, iniziare il 2024 con un bel botto a Sanremo non sarebbe male, no? Intanto, nella serata ‘Cover’, Annalisa duetterà (salvo cambi di rotta) con la collega Elodie.

 

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie