Notizie flashSocial Starsocietà

La premier Giorgia Meloni tra Chiara Ferragni Che Guevara e la beneficenza da rivedere

La presidente del Consiglio è tornata a parlare di influencer

(continua dopo la pubblicità)

“Ha più valore più chi produce un pandoro di chi lo griffa, ha più valore chi produce le eccellenze italiane che chi le mostra”. Così la premier Giorgia Meloni è tornata sul tema del caso Balocco e dell’influencer Chiara Ferragni (quest’ultima tornata attiva sui social dopo due settimane di silenzio).

blank

L’occasione è stata la consueta conferenza stampa di fine anno del presidente del Consiglio, fissata per giovedì 4 gennaio, posticipata a causa di problemi di salute della stessa premier, in cui i giornalisti presenti l’hanno sollecitata su come gli influencer incidano nel mondo. Là premier poi ha proseguito: “C’è una questione che questa vicenda mi ha fatto balzare agli occhi, che è il tema della trasparenza sulla beneficenza. Forse quello è un tema sul quale bisogna lavorare perché altrimenti si rischia che il caso singolo possa poi impattare su una cosa fondamentale, che è la beneficenza. Dire quali sono oggi le regole di trasparenza, ed eventualmente immaginarne di migliori, questo può essere utile per tutti. È una cosa sulla quale sto ragionando. Le mie parole su Chiara Ferragni? Mi ha molto colpito la reazione scomposta della sinistra: sembrava avessi attaccato Che Guevara”.

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie