Bar SportNotizie flashsocietà

Gianluca Vialli: Rapallo dedica una via all’indimenticabile campione cremonese che sognava di rilanciare la Sampdoria

Venerdì 5 gennaio a Cremona una messa ricorderà il mitico 'StradiVialli' a un anno dalla sua scomparsa

(continua dopo la pubblicità)

E’ tutto pronto a Rapallo per l’intitolazione di una via a Gianluca Vialli, morto a inizio 2023 a causa di un tumore al pancreas e indimenticabile campione cremonese. Il viale tra lo stadio Macera e via della Libertà ora porterà il nome della stella del calcio che ha reso grandi, oltre che la Cremonese, la Sampdoria, la Juventus e il Chelsea. E’ dello scorso marzo la domanda per l’intitolazione della via da parte di due consiglieri comunali che hanno poi ottenuto l’assenso di tutta l’amministrazione e la necessaria deroga dalla Prefettura per un’intitolazione prima dei 10 anni dalla scomparsa. l prossimo 7 gennaio, durante la finale di Supercoppa Frecciarossa tra le femminili di Roma e Juventus che si giocherà allo stadio Zini di Cremona, la suggestiva intitolazione a Vialli del settore distinti. Ospiti d’eccezione la cantante Arisa e la content creator Lisa Offside.

blank

Una celebrazione, nel giorno della scomparsa, ricorderà a Cremona il campione nella parrocchia di Cristo Re, venerdì 5 alle 18.30. Massimo Mauro, amico ed ex collega di ‘StradiVialli’ in un’intervista al Secolo XIX ha raccontato un retroscena particolare. “Gianluca voleva diventare presidente della Samp. È risaputo. Non conosco i motivi per cui quella trattativa non è andata a buon fine. La mia sensazione è che ci fosse un socio di Gianluca che evidentemente alla fine non era così convinto di prendere il club, altrimenti l’avrebbero fatto. In quella vicenda non bastava da sola la spinta di Gianluca, l’amore verso la Sampdoria… bisogna essere onesti. C’erano da accollarsi dei debiti e i fondi non hanno tutto questo amore per il calcio. Una enorme mano gliela aveva data Edoardo Garrone, persona eccezionale. Per noi e la nostra Fondazione è fondamentale, ci è accanto da vent’anni. Ha sempre avuto un rapporto straordinario con Gianluca”

 

Stefano Mauri

(continua dopo la pubblicità)

Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Per favore, disattiva il blocco della pubblicità su questo sito, grazie